Il Cuore che Pulsa in Rete…

Ciao a tutti,

come state? Spero bene. ❤

Oggi voglio raccontarvi una cosa che mi ha scaldata il cuore ma, per farlo, devo tornare un po’ indietro nel tempo al lontano 2010, anno in cui sono cambiate tante cose nella mia vita.

Nell’estate di quell’anno, chiusi un rapporto sentimentale per me importante che durava da 8 anni e, come ci si può aspettare in quei casi, ero entrata in un periodo di crisi. In quell’occasione, mio fratello mi fece iscrivere su Facebook per distrarmi un po’ e, per una serie di eventi che non sto ora a spiegare o diventa una Divina Commedia questo post, mi sono ritrovata ad amministrare una pagina otaku. Ah! Per chi non lo sapesse, una pagina otaku è una pagina che tratta di animazione, fumetti e videogiochi soprattutto giapponesi. Insomma, in quella pagina, parlavo di cose che adoro e, per questo, mi sentivo a mio agio.

Grazie a questa pagina, ho conosciuto diverse persone e tanti, tantissimi adolescenti che, in me, hanno trovato non solo una persona “anziana” con la loro stessa passione, ma una confidente, un’amica o, in alcuni casi, una seconda mamma. In quegli anni di amministrazione, ho ascoltato tanto e ho consigliato anche di più. Quelle giovani vite, si affidavano a me e io ero felice di poter essere d’aiuto. Aiutare loro, aiutava anche me. La loro giovane età, il loro entusiasmo stava lenendo le mie ferite e io, con la mia “saggezza” dovuta all’età, diventavo una figura importante. Ero coetanea dei loro genitori, ma non ero la loro vera madre per cui, ero in una posizione di vantaggio e loro si sentivano liberi di aprirsi più con me che coi loro familiari.

Li ho visti per quello che erano: giovani vite alla ricerca di una loro identità, con i loro problemi, i loro drammi e segreti. Sono stata testimone del loro cambiamento, del loro percorso di vita che pian piano li ha fatti crescere e maturare. Ho dispensato consigli, ho pianto per i loro drammi e li ho amati come parte integrante della mia esistenza.

A distanza di anni, posso pensare a questi anni con nostalgico affetto. Pensavo di salvare quei ragazzi dai loro incubi, ma sono stati loro a salvare il mio cuore. Lo hanno riempito di affetto sincero e così, pian piano, hanno scacciato via il dolore, poi, com’è giusto che sia… Sono cresciuti, dedicando più tempo al mondo oltre la rete e prendendo in mano le loro vite e i loro sogni, eppure, sapere che ancora si ricordano di me… che tra loro, c’è ancora chi mi ringrazia per quelle nottate passate in bianco a chattare alla ricerca di un supporto o per le mie parole di incoraggiamento… Chi mi ringrazia per essere stata uno dei motivi che li ha spinti a uscire dal guscio e apportare dei cambiamenti positivi… Chi, ancora adesso, mi chiama affettuosamente “mamma”, anche se tra noi non c’è nessun legame di sangue… Ecco, tutto questo mi commuove e mi fa sentire una persona migliore. Mi fa provare gratitude per quelle giovani vite alla deriva che non si sono fermati davanti alla differenza di età, ma che mi hanno accettata per come sono, facendomi sentire una di loro: un’appassionata di animazione giapponese un po’ stagionata forse, ma comunque genuina. Ora ho saputo che tra loro, c’è anche chi ha trovato l’anima gemella proprio tra i fan di quella pagina, tra il nostro gruppo più ristretto di amicizie e il mio cuore esulta scosso dalla commozione. Ed è per questo che vorrei dire grazie ai miei “figli” virtuali, ai miei fratellini e sorellina che mi hanno amata e che ho amato e continuo ad amare. Grazie Bilel, Devis, Beatrice, Ciro, Lynn, Alice, Dario, Francesco, Andrea, Vani e tante altri i cui nomi ora mi sfuggono… grazie, grazie, grazie.

Shio ❤

6 pensieri su “Il Cuore che Pulsa in Rete…

  1. Te lo dicon anche io che sei una bella persona; si capisce da tutto quello che scrivi che sei così genuina. ❤ Solo una cosa non mi quadra: tu saresti "anziana"? Ma dai, non farmi ridere… Buon fine settimana 🙂 Un abbraccio forte! ❤

    Piace a 2 people

      • Sì, lo so, sei proprio un fiorellino ❤ Le mie parole erano sentite davvero; non sei la prima che mi dice che faccio commuovere, sai? Forse devo esserne "più consapevole" ed abituarmici.
        buon week anche a te ❤

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...