Un bacio per Biancaneve

Questa storia partecipa al XVI contest non competitivo Raynor’s Hall. Il tema estratto per questo nuovo contest è “Bacio”.

«Un bacio per Biancaneve»

Erano fermi in quella posizione da pochi secondi, ma a Ellie sembrarono secoli.  Continuava a fissare gli occhi verdi del suo amato Manuel in attesa che lui facesse la prima mossa. Sentiva i loro compagni di classe bisbigliare convulsamente, ma non capiva nulla di quello che dicevano, sentiva solo il cuore che, come un pazzo, le martellava nel petto.

Continua a leggere

Annunci

Favola Stramba

Questa storia partecipa al IX contest non competitivo Raynor’s Hall. Il tema estratto per questo nuovo contest è “Principe”.

Favola Stramba:

C’era una volta, un re ed una regina che non riuscivano ad avere un erede quando un bel giorno la sovrana dichiarò di essere incinta. Inutile dire che tutto il regno esplose in espressioni di giubilio per la notizia e tutti erano felici e sorridenti, ma la regina era sempre stata superstiziosa così decise di convocare il giorno della nascita una fata che desse la sua benedizione al nascituro.

Continua a leggere

Brothers: Il silenzio del cuore

Questa storia partecipa al Concorso di Scrittura Creativa Alice Raynor’s hall.

Piccola premessa!!
La storia che state per leggere è un’estratto di una storia manga da me scritta e disegnata, è ciò che ha provato la piccola Moemi la notte in cui salva Rei, che nel manga viene solo accennato, ma che presto potrete leggere anche su questo blog.
Buona lettura!

*—————-*—————-*

Continua a leggere

Contest natalizio del circolo Raynor’s hall: “Il Natale di Agata”.

testo

Scossa da quei pensieri, Agata riprese il suo vagabondare tra le strade illuminate. Che ne sarebbe stato di lei? Cosa poteva fare per cambiare quell’infausto destino?  Il castello di Glamis era l’ultimo posto dove avrebbe voluto abitare. Nessuno sano di mente si confinerebbe lì di sua spontanea volontà.  Sospirò alzando gli occhi al cielo ed un fiocco di neve cadde sulla sua guancia donandole sollievo. Incurante dei passanti, la giovane alzò le braccia al cielo.

“Se solo potessi tornare indietro…” sussurrò lasciando che la neve le bagnasse il viso stanco e leggermente arrossato dal freddo, “…se solo fossi ancora al mio fianco…”.
testo

testo