Pokémon Tag

Ciao a tutti, ho trovato questo Tag sul blog di Tony e, dato che sono una ex giocatrice incallita (ora molto meno, ahimè), ho pensato di approfittarne per rivangare le vecchie glorie del passato e divertirmi un po’.
Non ci sono regole se non rispondere alle dieci domande ispirate al mondo dei Pokémon: buona lettura! 🙂

  1. ESPLORATORI DEL CIELO: Il primo gioco per la tua console preferita;
  2. OMBRE SU ALMIA: Un gioco che hai rivalutato;
  3. SOUL SILVER: il primo remake a cui hai giocato;
  4. Y: il gioco più semplice che hai concluso;
  5. BIANCO: un gioco che hai imparato ad amare;
  6. PORTALI SULL’INFINITO: un gioco bello ma con una caratteristica che te lo ha fatto odiare;
  7. GO: un gioco coinvolgente all’inizio ma alla lunga noioso;
  8. SMERALDO: un gioco che avresti giocato in un altro modo;
  9. LUNA: un videogioco più bello che buono;
  10. GIALLO: il gioco più difficile del franchise che ami.


Bene, andiamo con le risposte!
ESPLORATORI DEL CIELO: Il primo gioco per la tua console preferita:
Il primo gioco di cui ho memoria a cui ho giocato (ma non era mio, ma imprestato da mio fratello) era Exhumed se non ricordo male per Play Station one.
Uno sparatutto in prima persona che mi ha fatto sudare freddo in tantissime occasioni e mi sembra di ricordare che non l’abbia mai finito: sigh.


OMBRE SU ALMIA: Un gioco che hai rivalutato:
Forse proprio i Pokémon.
Ho giocato con questo gioco che ero già un’adulta bella che finita e devo ammettere che mi ha divertito molto, ma, ovviamente, nel mio caso e proprio perché già parecchio grande: giocato uno, giocati tutti!
Se qualcuno se lo sta chiedendo, ho giocato solo a Sole e Luna e X e Y.

SOUL SILVER: il primo remake a cui hai giocato:
Credo che il primo sia stato Resident Evil 2: pauroso, impressionante, inquietante… ma cavolo se non era magnifico a livello di grafica! ❤ __ ❤
Non saprei dire se l’ho preferito alla vecchia versione ma, sicuramente, è stata un gioco piacevole. Sicuramente differenziava dalla versione psOne, ma riuscivi comunque a riconoscere alcuni particolari e il senso logico della storia, il filo conduttore, era quello per cui, l’ho apprezzato abbastanza.


Y: il gioco più semplice che hai concluso:
mmm… credo che sia stato proprio Pokémon, l’Y per l’esattezza.


BIANCO: un gioco che hai imparato ad amare:
Non saprei, ho sempre giocato a qualcosa che ho fortemente desiderato e mai imposto da altri o dalla moda del momento, per cui, non mi sono fatta piacere nulla, è sempre stato tutto molto spontaneo.

PORTALI SULL’INFINITO: un gioco bello ma con una caratteristica che te lo ha fatto odiare:
Direi Valkyrie profile 2 per PS2.
Era molto carino sia come storia sia come grafica, ma non c’era un’area d’azione a 360°. I personaggi si muovevano in modo bidimensionale e questo l’ho trovato un grande handicap.

GO: un gioco coinvolgente all’inizio ma alla lunga noioso:
Nessuno. Come detto su, ho giocato solo a giochi che desiderato, per cui sapevo a cosa stavo giocando.

SMERALDO: un gioco che avresti giocato in un altro modo:
Non credo di capire la domanda, per cui direi di no.

LUNA: un videogioco più bello che buono:
Final Fantasy 13: l’intero gioco si gestiva quasi unicamente con la “x”: molto, molto triste.

GIALLO: il gioco più difficile del franchise che ami:
Direi The last of us. E’ un gioco fantastico, ma non riuscirei mai a giocarlo in modalità esperto o realistico. Sono a malapena riuscita a farlo in modalità facile e medio, credo che altre modalità siano pressoché impossibili per me.

Bene, fine del tag!
Non nomino nessuno.
Buona giornata.

Shio ❤

I dare you Booktag

Ciao a tutti, su gentilissimo invito di Cate del blog Daydream On a Bookshelf che vi invito di andare a visitare, ho accettato di partecipare a questo ennesimo tag che, a primo impatto, mi è sembrato davvero molto carino.

Non ho intenzione di taggare nessuno per cui, ritengo non sia necesserio riportare le regole, ma… perché? C’erano? Sicuramente, essendo un tag nato su YouTube, qualcosa c’era, ma la brava Cate non ha riportato nulla e io mi attengo al suo articolo.
Allora, partiamo con le domande!!

1. Quale libro, non ancora letto, sta nella tua libreria da più tempo?
Allora, così, a memoria direi “A un cerbiatto somiglia il mio amore” di David Grossman. Mi fu regalato per Natale dalla madre del mio ex ragazzo e vi basta pensare che il mio “ex” è diventato EX da dieci anni ormai, per cui, direi che ha un bel po’ di polvere sulla copertina.
Non che abbia qualcosa contro questo romanzo o il suo autore, non ho neanche bene idea di cosa parli la storia, semplicemente non era un libro che io avrei mai acquistato a prima vista e, per tanto, è rimasto lì. (sigh)


2. Cosa stai leggendo? La tua ultima lettura? E quale sarà la tua prossima lettura?
Ok, dunque, la mia ultima lettura è stata New York di Edward Rutherfurd,
la mia lettura attuale (ferma da un po’ perché la sera la passo a correggere il mio Complicated Love) è “L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio” di Haruki Murakami, mentre la mia lettura futura al 99% (sono indecisa tra due titoli) sarà “Pomi d’ottone e manici di scopa” di Mary Norton.

3. Libro che tutti amano, che tu hai odiato?
Non saprei, non mi curo molto delle letture altrui o, più semplicemente, non guardo cos’è osannato e famoso, ma quello che piace a me. Questo non mi permette di fare un paragone.

4. Qual è il libro che continui a dirti che leggerai, ma che probabilmente non leggerai mai?
“A un cerbiatto somiglia il mio amore”? x°D

5. Quale libro stai conservando per la pensione?
Partendo dal presupposto che dubito andrò mai in pensione… magari…
No, non ne sto conservando. Voglio dire, ho una montagna tra libri e manga ancora da leggere che, solo con quella, arriverei alla mia pensione e a quella dei miei nipoti, per cui la mia risposta è “Tutti”.

6. Ultima pagina: la leggi subito o alla fine?
Assolutamente e tassativamente alla fine.
Non esiste la parola spoiler nel mio vocabolario o almeno ci provo.

Game over, la tag dei videogiochi

Ciao a tutti,
dato che il dentista mi ha tenuta a casa dal lavoro oggi pomeriggio, ne approfitto per fare questo tag simpatico letto sul blog delle fantastiche Elena e Laura.

Non taggerò nessuno alla fine, per cui rilassatevi e godetevi il post in tutta tranquillità. 😉

Qual è stato il tuo primo approccio ai videogiochi? 
Il tennis.
Avete presente quello con due linee che colpivano una pallina? Quel gioco per pc apparso più o meno tra l’era Cretacea e il Jurassico?
Ecco, quella è stata la prima volta che ho visto un videogioco a cui, però non ho giocato anche perché troppo piccola e venivo esclusa dal gruppo di maschietti.

Qual è stata la tua prima console? E in seguito? 
Sono una fedelissima della Sony PlayStation, per cui, la mia prima console è stata la PsOne, poi la 2, la 3 e ora la 4. (immagino mi fermerò con lei, ormai non ho più il tempo di star dietro anche ai videogames, non più ç__ç)

I titoli che più hanno definito la tua vita da videogamer? 
Sicuramente le varie saghe di Final Fantasy, dal 7 in poi. I vari Resident Evil, li ho giocati tutti, dal primo fino al 6 più alcuni remake, l’unico che non ho fatto è stato il Code Veronica perché completamente in inglese e non avevo testa d’impazzire…e altri titoli sporadici….

Come ti schieri nella console war? Nintendo o Sega? PlayStation o Xbox? O guardi dall’alto verso il basso tutti questi e giochi con il PC? 
Non ho mai capito perché far guerre così stupide.
Ogni console ha delle qualità poi ognuno si schiera in base a quello a cui vuole giocare. Mi spiego. Purtroppo ci sono alcuni titoli che escono in esclusiva solo su determinate piattaforme, uno su tutti i Pokémon che sono solo esclusiva Nintendo per cui, se vuoi giocare con loro, devi per forza di cose acquistare la console.
Non c’è una console migliore di altre.
Io ho incominciato con FF7 sostanzialmente e poi Sony ha continuato ad ospitare diversi giochi che ho amato, per cui che senso aveva acquistare un altra console se potevo giocare a quel gioco con quella che avevo in casa?
Quello che posso dire è che, pur di giocare a qualche titolo in particolare, ho acquistato la console, quello si, ma quel genere di sciocche guerriglie, non mi hanno mai interessata.

Il tuo livello preferito di un gioco? Che sia una boss fight, un livello o un ambientazione in particolare che ti è rimasta impressa.
Non so se ho compreso davvero la domanda, sono sincera, pertanto non sono in grado di dare una risposta, scusate.

Quel gioco che ti ha proprio deluso.
Non ho memoria di giochi che mi hanno delusa.
Sono molto abitudinaria e acquisto solo quello che sono certa entri nei miei gusti, per cui, non ho un titolo deludente nella mia lista o forse, è stato così deludente da averlo rimosso dalla mia vita. xD

Quale gioco ritieni sottovalutato e pensi meriterebbe più fama? 
Altra domanda un po’ difficile a cui rispondere, vediamo…
C’era un gioco per ps2, s’intitolava Rouge Galaxy ed era un gdr della Level 5 ora, non so quanto abbia effettivamente avuto successo in Italia, ma io l’avevo trovato molto carino e avrei desiderato per lui un po’ più di visibilità.

Il genere che proprio non ti piace o non fa per te? 
Che non mi piace, i giochi di calcio e gli sportivi in generale (gioco solo a Everybody’s golf x°D ).
Che non sono portata, tutti quelli dove devo guidare un mezzo: sono riuscita a fare game over in Uncharted 4 perché mi ribaltavo con la jeep e non aggiungo altro x°D.

Il titolo che hai rivalutato. 
Come detto su, non sono una che acquista a random per cui tutto quello che è passato nella mia console, è stato perché fortemente desiderato.

Quale gioco secondo te meriterebbe un remake? 
Se per remake si intendono storpiature come nel caso di Final Fantasy 7, allora direi assolutamente nessuno! Ma, se non ci sarebbero storpiature abnormi, direi “The Legend of Dragoon” un vecchissimo gioco di PsOne che ho adorato.

Finito le domande? Ma come? Di già? Iniziavo a prenderci gusto! ❤
Scherzi a parte, spero che le mie risposte vi siano piaciute e che vogliate provare anche voi per dire la vostra a riguardo e confrontarci insieme.

Buona serata (io vado a imbottirmi di tachipirina).

Love & Peace.

Shio.

Per tutti coloro che fossero interessati, il mio romanzo, “L’Altra Me“, è disponibile in esclusiva Amazon, ma reperibile anche in altri store, al costo dell’ebook di € 0.99.
E’ disponibile sia in formato ebook sia in cartaceo ed è GRATIS per gli iscritti a Kindle Unlimeted.
Per acquistare o leggere l’estratto, potete cliccare direttamente su questo link: https://amzn.to/34olMTt

Liebster Awards 2020 (atto 3)

Ciao, ormai ci ho preso gusto e dato che le domande proposte da Elena e Laura, blogger dell’omonimo blog (scusate il gioco di parole), mi intrigavano, ho deciso di rispondere anche a questo invito e di rispondere sempre con la massima sincerità.

Le regole.

  • Ringraziare il blogger che ti ha nominato, fornendo anche il link al suo blog. (Anche sé non sono stata taggata, ringrazio Elena e Laura per aver stuzzicato la mia curiosità. Potete andare a conoscere meglio queste due adorabili blogger a questo link: https://elenaelaura.home.blog/ )
  • Rispondere alle 11 domande ricevute.
  • Nominare altri 5-11 blogger.
  • Chiedere 11 domande ai blogger nominati.
  • Avvisare i blogger che sono stati nominati.

E ora, passiamo al succo del tag: le domande!!

Quali sono i vostri progetti per i prossimi mesi?

Allora, entro la fine dell’estate, dovrei riuscire a pubblicare il mio secondo romanzo romance: “Complicated Love“. Un M/M dai risvolti drammatici che non mancherà di tenervi col fiato sospeso. Poi, appena molla un po’ il caldo e riesco a stare nuovamente davanti al pc in modo continuativo, riprenderò la lavorazione del fantasy che spero di riuscire a pubblicare entro primavera prossima, ma questo, è ancora tutto da definire.

Qual è il personaggio famoso dal quale traete ispirazione?

Non ce n’è uno in particolare, ma c’è, questo sì.
Chi?
Non posso dirlo, ma chi segue il mio blog, sicuramente sa quando il mio ormone impazzisce. x°D

Una cosa alla quale non rinuncereste mai?

Non so a cosa di preciso la domanda si riferisse, se a una cosa spirituale, materiale o culinaria, ma nella mia testa da brava personcina golosa, la risposta è sorta spontanea: panna!!

La cosa peggiore che vi sia mai capitata a scuola?

Ero in prima superiore e un ragazzo che conoscevo di vista, fu aggredito e pestato perché sorpreso a chiacchierare amichevolmente con una mia compagna di classe. Fu un pestaggio molto cruento che mi spaventò molto. Il ragazzo in questione, Matteo (ricordo ancora il suo nome), se la cavò con una prognosi di due settimane, mentre il suo aggressore, fu sospeso… brutta storia.

Cos’è per voi l’amore?

Non è qualcosa che si può spiegare semplicemente a parole, ma so che è ovunque intorno a noi e questo è meraviglioso. Se solo la gente si sforzasse di vederlo e accettarlo. Di abbracciarlo senza pregiudizi alcuni, vivremo sicuramente in un mondo migliore.

Un film del quale conoscete le battute a memoria?

Ce ne sono diversi: Harry ti presento Sally, Pretty Woman o La Mummia (quello con Brendan Fraser), solo per citarne alcuni. 😉

Quali sono i momenti migliori della vostra giornata?

La sera, dopo cena, quando posso sdraiarmi sul letto e passare la serata al telefono con la mia amica che vive in un’altra città.
Sembriamo due adolescenti, scherziamo, parliamo degli attori che ci piacciono, di quella serie tv che abbiamo appena visto o dell’ultima volta che siamo state insieme ed è così bello e appagante che… non ho parole per descriverlo.

Quanto è importante la lettura nella vostra vita?

Molto importante. Quand’ero bambina leggevo davvero poco, colpa anche del fatto che essendo nata in una famiglia numerosa, i libri erano considerati “extra”, pertanto se si doveva scegliere tra comprare un chilo di pane o acquistare un libro, sicuramente quest’ultimo non era preso minimamente in considerazione.
Leggevo poco e solo libri in prestito dalla biblioteca pubblica, poi, crescendo e incominciando a lavorare, ho potuto incominciare ad affinare i miei gusti attraverso acquisti mirati. Adesso, non potrei mai non leggere. Certo, sono lentissima per colpa del tempo che non è mai abbastanza e per via dei miei problemi alla vista, ma… appena posso, apro sempre un libro o un manga e m’immergo nel loro mondo magico.

Quali argomenti non trattereste mai sul vostro blog?

Politica e sport in generale.

Una cosa che vorreste fare nella vita ma non trovate il coraggio?

Mollare tutto, fare una valigia e partire.

Stavolta formulo delle domande anch’io e vediamo chi se la sente di rispondere. Non taggo nessuno, siete tutti liberissimi di farlo, vi chiedo solo di avvisarmi, così potrò leggere le vostre risposte.

  1. Perché avete aperto un blog?
  2. Se potesse viaggiare nel tempo, senza poter cambiare gli avvenimenti sia chiaro, a quale evento storico o importante vorreste assistere e perché?
  3. La bugia più divertente che abbiate mai raccontato…
  4. C’è un personaggio famoso vivente o non che avreste voluto incontrare di persona almeno una volta nella vita?
  5. Sushi o Pizza: quali cucine alternative apprezzate e quali no?
  6. Vi siete mai innamorati di un personaggio che non esiste nella vita reale? Esempio il protagonista di un film o di un romanzo…oppure di un cartone animato, perché no? 😉
  7. La follia più grande che avete fatto per amicizia.
  8. Un sogno nel cassetto.
  9. Un libro che non vi stanchereste mai di leggere e rileggere e perché?
  10. Un film che, come sopra, non vi stanchereste mai di guardare e riguardare e, perché?

Spero risponderete in tanti: sono curiosissima ❤

Buona serata a tutti.

Shio ❤

Liebster Award 2020 (atto 2)

Eccomi di nuovo a che fare con il Liebster Award!
Sono stata nominata da Mimi del blog Book Coffee Site che ringrazio sentitamente e, dato che le regole le avete lette nell’altro Liebster, passo direttamente col rispondere alle domande che la brava Mimi ha pensato per noi. 😉

  • Qual è il libro più bello che hai letto quest’anno?

E’ triste da dire, lo so, ma quest’anno non ho letto molto e poi, il romanzo New York era così lungo che, con le mie tempistiche, ci ho messo mesi, pertanto, lo eleggo a “Libro letto più bello dell’anno”!. 😉

  • Ti piace leggere fumetti?

Assolutamente si, sono ormai più di vent’anni che li leggo, ma solo il genere manga.

  • Leggi in italiano o preferisci in lingua?

Magari potessi leggere in lingua straniera, ma purtroppo, io e le altre lingue parlate (prima che a qualcuno venga in mente qualche battutaccia -_- ), non siamo compatibili. T^T

  • Senti che i tuoi gusti in fatto di letture sono cambiati negli ultimi anni?

No, non direi. Leggo sempre quello che mi ispira a prescindere dal genere.

  • Quale film poco conosciuto vorresti consigliare?

E’ una domanda un po’ riduttiva. Non posso aver la certezza che nessuno conosca il titolo in questione, ma diciamo che, magari… non è quel genere di film che tutti hanno osannato sul web. Per tanto, un film che amo e che consiglierei seppur un po’ vecchiotto è “Qualcosa è cambiato” con Jack Nicholson. E’ quel genere di pellicola che ti lascia qualcosa dentro, che ti cambia e che alla fine, di senti arricchito.

  • Ti piace collezionare? Se si, che tipo di collezione possiedi?

Si, essendo un’appassionata di manga ho una cospicua collezione di serie, oltre che di artbook e di action figures.

  • Qual è la canzone che stai ascoltando di più in questo periodo?

E’ un periodo un po’ strano e, ascolto un po’ quello che capita, basta che è straniera… ma non possono mancare i Queen nella mia playlist. ❤

  • Qual è il social o sito che utilizzi di più per rimanere informato riguardo le tue passioni?

Twitter e Instagram.

  • Qual è la tua parola preferita (italiana o straniera)?

Non ci ho mai pensato, ma credo che “Carpe diem”, sia universale e sempre attuale. 😉

  • Quale citazione (film, fumetti, canzoni, etc.) senti che ti rappresenta di più?

Negli anni, in base al mio personale stato d’animo, ne ho trovate diverse. Non saprei indicarne una con precisione, mi spiace.

  • Qual era il cartone che guardavi sempre da bambino?

Da bambina? Tutti!!! xD
Ma direi che ho sempre avuto un amore particolare per Lady Oscar (Versailles no bara).

~ * ~

Evito il tag e le nuove domande. Ritengo che quelle realizzata da Mimi, siano davvero molto belle, pertanto, siete tutti invitati a provarci.

Buona serata.

Shio ❤

Liebster Award 2020

Ciao amici, tutto bene?
Spero di si.
Oggi sono stata “nominata”, dal blog “Daydream on a book shelf che ringrazio sentitamente e, pertanto, mi metto subito al lavoro! ❤
Eccovi le regole:

  • Ringraziare il blogger che ti ha nominato, fornendo anche il link al suo blog
  • Rispondere alle 11 domande ricevute
  • Nominare altri 5-11 blogger
  • Chiedere 11 domande ai blogger nominati
  • Avvisare i blogger che sono stati nominati


Le mie risposte:

  • Cosa avete studiato\ studiate o, in alternativa, che lavoro fate?

Ho studiato come addetta ai lavori d’ufficio indirizzo contabile, ma alla fine faccio la donnina delle pulizie. 😉

  • Anche voi avete Netflix o come me non guardate nessuna serie che va di moda?

Non ho Netflix e non seguo mai e, ripeto, MAI, le mode.
Questo fa di me una meravigliosa, unica creatura con un cervello pensante e la sua particolare personalità… si, ok… dimenticatevi la parte della meravigliosa creatura, che è meglio! ahahahaah xD
Però che non seguo le mode è vero.
Vedo quello che voglio, quando ho voglia di vederlo, anzi, più una cosa è osannata dalla massa, d più a me va in urta e lo evito a priori.
(sono strana, lo so).

  • Colore preferito?

Arancione, lilla… nero… non ho un unico colore che amo.

  • Avete mai percorso grandi distanze per andare in vacanza? Se sì. con quale mezzo e per quanto tempo?

Il posto più lontano che sono andata in vacanza, è stato Parigi, vale come risposta? Se si, mi sono sparata oltre 8 ore di treno per raggiungerla.

  • Seguite qualche Booktuber?

No.

  • Se avete studiato lingue, quale vi è piaciuta di meno tra quelle?

Io e le lingue straniere, abbiamo un pessimo rapporto, purtroppo.
Ma in passato ho provato a studiare il giapponese. ❤

  • La pioggia vi mette sonno o riuscite a lavorare anche con il brutto tempo?

Sono abbastanza meteoropatica, ma solitamente la pioggia non mi frena.

  • Polemica più squallida che avete sentito\ seguito su YouTube?

Nessuna. Per me, YT è un mezzo per trovare e ascoltare video musicali o amv dedicati ai miei attori preferiti, basta.

  • Comico preferito?

Non me ne viene in mente uno… sarà che sono secoli che non vedo più un programma satirico… <.<
(sono una persona triste, scusate)

  • Riuscite a fare a after o a una certa ora vi viene sonno?

Senza alcun problema solitamente.
Il sonno arriva, ma non è mai così imponente da impedirmi di far altro.

  • Segno zodiacale?

Leone ❤

Bene, a questo punto, dovrei formulare delle nuove domande, ma non me ne vengono in mente, colpa del cervello liquefatto da questi 32 gradi all’ombra… @________@
Pertanto prendete per buone le domande a cui ho risposto io e provateci anche voi, se vi va ❤

Alla prossima.

Shio ❤

Cover Reveal: “Forte come la morte – (Of Vices and Virtues)” di Laura Rocca

Ciao amici, dopo anni di emozionanti romance, la brava e prolifica Laura Rocca, torna con una saga fantasy nuova di zecca di cui per ora sappiamo solo alcuni piccoli, ma significanti indizi:

Titolo: Forte come la morte – (Of Vices and Virtues)
Autrice: Laura Rocca
Genere: Fantasy Romance

Dove acquistarlo: Su Amazon dal 17.07

Data uscita: 17/07/20
Sito autorelaurarocca.it

Pagina: facebook.com/LauraRoccaAutrice/

Booktrailer: https://www.youtube.com/watch?v=sfZp33NXcJI


 
SINOSSI
 
Il mio tocco, per un umano, potrebbe sembrare un salto in paradiso, ma in realtà serve ad alimentare la fornace dell’Inferno.
Non sono una dei buoni.
Mi chiamo Lilin, sono una succuba, una femmina di demone e tutti conoscono il mio nome.
Mancano pochi giorni alla mia prova, quella che segnerà il mio ingresso nella gerarchia dei demoni adulti e tutta Inferorum Anguem ha grandi aspettative su di me, soprattutto mio padre. È lui ad aver scelto l’umano sul quale dovrò scatenare il mio potere attraverso il Velo dell’inconscio.
Poi lo vedo e niente è come mi aspettavo.
Il mio orgoglio, il mio desiderio di primeggiare, di superare la prova e adempiere al mio compito perdono importanza.
So che dovrei solo fare il mio dovere, quello per cui sono stata educata sin dalla nascita, so che disobbedire a mio padre potrebbe equivalere a una punizione eterna dalla quale non avrei scampo, ma resistere a queste emozioni violente che scaturiscono dal nulla mi è impossibile e poi… non sono fatta per l’obbedienza.
Quando, però, il mio mondo si capovolge del tutto riempiendosi di altre strane coincidenze, ho la certezza che dietro ci sia molto più di ciò che sento per lui.
Ci metto poco a comprendere che il patto, quello che tiene insieme la fragile alleanza che abbiamo stipulato con gli angeli, sta per andare in frantumi.
Mi chiamo Lilin, sono un demone e, a quanto pare, dipende da me la salvezza del mondo.

Non so voi, ma io sono già curiosissima di conoscere meglio Lilin e il suo magico mondo.
L’appuntamento con la nuova saga di Laura Rocca è per il 17 luglio 2020, non mancate!!

Big kiss
Shio ❤


Vi ricordo, inoltre che in esclusiva su Amazon, potrete trovare anche il mio primo romance:
L’Altra Me“,
vi basta cliccare sulla scritta >ACQUISTA<
e, se siete abbonati a Kindle Unlimeted, è GRATIS!


Liebster Award

il mondo di shioren

Ogni promessa è debito e mi ero imposta di fare anche questo tag, seppur non sono stata direttamente nominata da nessuno…sigh, nessuno mi ama e mi apprezza, sigh… bon, mi auto-apprezzo da sola allora! u.u (scherzo ❤ ).

Non avendo nomine, non ho nessuno da ringraziare, ma dato che ho visto questo tag nel blog delle bravissime Elena e Laura, mi sembra comunque doveroso nominarle e ringraziarle: grazie ragazze.

Eccovi le regole:
1 – Rispondere alle 11 domande
2 – Ringraziare il blogger che ti ha nominato, fornendo anche il link al suo blog
3 – Nominare altri 5-11 blogger
4 – Chiedere 11 domande ai blogger nominati
5 – Avvisare i blogger che sono stati nominati

Continua a leggere

Book Tag: 25 domande sui libri

Buon martedì, amici!

Che bello riscoprire il piacere dei tag!! Erano anni che non ne giravano più e un po’ mi mancavano.
il mondo di shiorenMa bando alle ciance!
Ringrazio sentitamente il blog di Mimi “Book Coffee Site” per la nomina passo a illustrarvi le regole:
1- Nomina almeno 5 blog a cui fare le domande.
2- Cita sempre chi ha creato il Book Tag: Racconti dal passato.
3- Nomina e ringrazia il logo che ti ha nominato
4- Usa come immagine quella di lato.

DOMANDE & RISPOSTE:

1- Come scegli i libri da leggere?

 Quando sono in libreria che girovago alla ricerca di nuova lettura, la prima cosa che guardo è la copertina. Poi mi soffermo sulla sinossi e leggo un paragrafo preso a caso. Se l’insieme di questi tre elementi è positivo, l’acquisto è assicurato, diversamente, si pondera bene prima di passare allo shopping selvaggio.

2. Dove compri i libri: in libreria o on-line?  Continua a leggere

Sunshine blogger award

Buona sera a tutti amici!
Alla fine, tra una cosa e l’altra, ho fatto di nuovo tardi per scrivere qualcosa sul blog, e dato che tra poco devo correre a preparare la cena, non vale neanche la pena di aprire il file per provare a scrivere qualcosina.
Allora, giorni fa, ho letto sul blog di Elena e Laura ho letto di questo tag e mi sono detta, perché no?
Il tag in questione, prevede di rispondere a delle domande fatte da altri blog e di crearne altre a tua volta taggando altri colleghi blogger.
Bene, ora si passa alle risposte!!

  • Da quanto tempo scrivi sul tuo blog?
    Su wordpress, dal 2014. Prima avevo aperto un altro blog sulla piattaforma blogspot, ma non riuscivo a gestirla come volevo.

Continua a leggere