Un anno senza te…

Buongiorno e buon lunedì a tutti, amici.
Come state?
Io non sto passando un bel periodo… anzi, ormai i miei “periodi cattivi”, stanno diventando “anni”, ma carichiamo sulle spalle e andiamo avanti.

Oggi è un anno esatto dalla scomparsa di un artista che non voglio e nessuno dovrebbe dimenticare, perché qui in Italia, si fa in fretta a dimenticare se non si chiamano Gassman, Mastroianni, Totò (senza nulla togliere a queste grandi figure del cinema italiano) o simili, ma ci sono stati altri grandi artisti che, col loro lavoro, hanno reso l’Italia famosa nel mondo.
Lui se n’è andato improvvisamente, durante una gala di beneficenza dove si sarebbe dovuto esibire ma, si è accasciato al suolo e non si è più svegliato.
Manuel ci ha lasciati così, in silenzio. Se n’è andato in punta di piedi come se stesse eseguendo la sua ultima danza e a me, manca tantissimo.

Un anno senza te, Manuel Frattini…
Io non dimentico. ❤


Piccola anteprima librosa

Buon martedì amici,
che sto investendo tutto me stessa nella scrittura, non è una novità per chi mi segue sul blog, ebbene, oggi mi sento abbastanza sicura per darvi una piccolissima anteprima: una che è già apparsa nella mia pagina autore su Facebook e IG e, un’altra, in esclusiva solo per voi.
Siete pronti a un micro assaggino della cover del mio romanzo di prossima uscita, “Complicated Love“?

Prima di passare all’immagine, un paio di parole su questa mia nuova fatica:
Prima di tutto ci tengo a precisare, a scanso di equivoci, che “Complicated Love” è un romanzo gay dove sono descritti anche rapporti sessuali tra due uomini, per cui, che non si gridi allo scandalo dopo che vi ho avvisati. xD
Ma, la cosa che più ci tengo a precisare, è che l’intero romanzo è scritto solo da un punto di vista, quello del protagonista e cioè Edward.
Non ne avrete altri e, tutto quello che accadrà verrà filtrato attraverso il suo personale metro di giudizio, che non è detto siamo quello dello scrittore o, comunque sempre nel giusto.
Non so se sono stata chiara, ma spero di sì.
Eccovi la “chicca” cover e, solo in anteprima per voi del blog, la trama! ❤

La trama/Sinossi:

Nato in una famiglia troppo impegnata a gestire il lutto che li ha colpiti, Edward è costretto a crescere da solo nell’indifferenza più totale. Questo fa scattare in lui un forte desiderio di lasciare quanto prima il tetto famigliare per trasferirsi a New York, dove vive il suo migliore amico Mark, per cui prova da sempre una grande attrazione. Lui è l’unico in grado di domarlo. Sa come prenderlo e, soprattutto, riesce a soddisfare la sua sete di affetto e attenzioni.

La sera del suo diciottesimo compleanno, sotto insistenza di Mark, Edward entra per la prima volta in un locale gay dove s’innamorerà a prima vista di Adam, un giovane barman che lavora lì. Ma l’amore è complicato, si sa, e quello tra due uomini, può esserlo ancora di più quando il destino, i rimorsi e i drammi legati a un lontano passato, ci mettono lo zampino.

Edward dovrà fare i conti con la sua curiosità, che pagherà a caro prezzo. Il suo immenso desiderio di rendersi utile, gli si ritorcerà contro ritrovandosi, suo malgrado, coinvolto in avvenimenti di un passato lontano ma che condizioneranno il suo presente, sconvolgendolo.

Ditemi cosa ne pensate in tutta tranquillità, non mi offendo, al massimo mi taglio le vene e via! xD (scherzo, tranquilli, non vi libererete di me tanto facilmente 😉 )

Però sono sincera nel chiedervi un opinione a riguardo, vi intriga? A prescindere dai vostri gusti letterari e se siete lettori o meno di storia gay, cosa ne pensate?
Come ormai dovreste sapere, il romance puro, zuccherino tutto arf arf o hard hard, non fa per me, per cui, non troverete nulla nel genere nel mio romanzo, ma solo amore, passione e dolore, cose vere che, nel bene o nel male, fanno parte della vita, purtroppo.

Attendo i vostri commenti. ❤

Big Kiss.

Shio ❤

FantArt special #2 – Frostlass

Eccomi per il secondo post di oggi, come spiegato giorni fa, quest’anno non sono riuscita a creare la lista per le FantArt del 2020 e, non potendo garantire un impegno continuativo, ho chiesto ai lettori di suggerirmi un personaggio da disegnare con le mie tempistiche, ovviamente.

Il secondo FantArt special di quest’anno è Frostlass della saga Pokémon richiesto da Cate L. Vagni.

Grazie per la tua richiesta e sentiti libera di farne altre esattamente come chiunque stia leggendo in questo momento, vi chiedo solo il nome del personaggio e il titolo della serie da cui è tratto.

Ed ecco il mio Frostlass appena abbozzato, spero vi piaccia. ❤️

Big kiss.

Shio 😘

I dare you Booktag

Ciao a tutti, su gentilissimo invito di Cate del blog Daydream On a Bookshelf che vi invito di andare a visitare, ho accettato di partecipare a questo ennesimo tag che, a primo impatto, mi è sembrato davvero molto carino.

Non ho intenzione di taggare nessuno per cui, ritengo non sia necesserio riportare le regole, ma… perché? C’erano? Sicuramente, essendo un tag nato su YouTube, qualcosa c’era, ma la brava Cate non ha riportato nulla e io mi attengo al suo articolo.
Allora, partiamo con le domande!!

1. Quale libro, non ancora letto, sta nella tua libreria da più tempo?
Allora, così, a memoria direi “A un cerbiatto somiglia il mio amore” di David Grossman. Mi fu regalato per Natale dalla madre del mio ex ragazzo e vi basta pensare che il mio “ex” è diventato EX da dieci anni ormai, per cui, direi che ha un bel po’ di polvere sulla copertina.
Non che abbia qualcosa contro questo romanzo o il suo autore, non ho neanche bene idea di cosa parli la storia, semplicemente non era un libro che io avrei mai acquistato a prima vista e, per tanto, è rimasto lì. (sigh)


2. Cosa stai leggendo? La tua ultima lettura? E quale sarà la tua prossima lettura?
Ok, dunque, la mia ultima lettura è stata New York di Edward Rutherfurd,
la mia lettura attuale (ferma da un po’ perché la sera la passo a correggere il mio Complicated Love) è “L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio” di Haruki Murakami, mentre la mia lettura futura al 99% (sono indecisa tra due titoli) sarà “Pomi d’ottone e manici di scopa” di Mary Norton.

3. Libro che tutti amano, che tu hai odiato?
Non saprei, non mi curo molto delle letture altrui o, più semplicemente, non guardo cos’è osannato e famoso, ma quello che piace a me. Questo non mi permette di fare un paragone.

4. Qual è il libro che continui a dirti che leggerai, ma che probabilmente non leggerai mai?
“A un cerbiatto somiglia il mio amore”? x°D

5. Quale libro stai conservando per la pensione?
Partendo dal presupposto che dubito andrò mai in pensione… magari…
No, non ne sto conservando. Voglio dire, ho una montagna tra libri e manga ancora da leggere che, solo con quella, arriverei alla mia pensione e a quella dei miei nipoti, per cui la mia risposta è “Tutti”.

6. Ultima pagina: la leggi subito o alla fine?
Assolutamente e tassativamente alla fine.
Non esiste la parola spoiler nel mio vocabolario o almeno ci provo.

FantArt special #1 – Yuna FFX

Che bello stare a casa dal lavoro: ho scritto 3 post in un giorno e quando mi ricapita più? 😂

Ringrazio Yleniaely per aver accolto il mio invito e, dato che non posso garantire disegni per 30 giorni e che oggi ero a casa, ho pensato di accontentare subito la sua richiesta chiamando questi disegni: FantArt Special.

Il pg scelto da Yleniaely è Yuna dal videogioco Final Fantasy X. È solo abbozzata anche perché sono sotto Tachipirina, ma spero vi piaccia lo stesso.

Attendo altre richieste.

Grazie a tutti coloro che vorranno giocare con me.

Ps: Yleniaely, puoi fare altre richieste anche tu, non c’è nessun limite.

Big kiss.

Shio.

Game over, la tag dei videogiochi

Ciao a tutti,
dato che il dentista mi ha tenuta a casa dal lavoro oggi pomeriggio, ne approfitto per fare questo tag simpatico letto sul blog delle fantastiche Elena e Laura.

Non taggerò nessuno alla fine, per cui rilassatevi e godetevi il post in tutta tranquillità. 😉

Qual è stato il tuo primo approccio ai videogiochi? 
Il tennis.
Avete presente quello con due linee che colpivano una pallina? Quel gioco per pc apparso più o meno tra l’era Cretacea e il Jurassico?
Ecco, quella è stata la prima volta che ho visto un videogioco a cui, però non ho giocato anche perché troppo piccola e venivo esclusa dal gruppo di maschietti.

Qual è stata la tua prima console? E in seguito? 
Sono una fedelissima della Sony PlayStation, per cui, la mia prima console è stata la PsOne, poi la 2, la 3 e ora la 4. (immagino mi fermerò con lei, ormai non ho più il tempo di star dietro anche ai videogames, non più ç__ç)

I titoli che più hanno definito la tua vita da videogamer? 
Sicuramente le varie saghe di Final Fantasy, dal 7 in poi. I vari Resident Evil, li ho giocati tutti, dal primo fino al 6 più alcuni remake, l’unico che non ho fatto è stato il Code Veronica perché completamente in inglese e non avevo testa d’impazzire…e altri titoli sporadici….

Come ti schieri nella console war? Nintendo o Sega? PlayStation o Xbox? O guardi dall’alto verso il basso tutti questi e giochi con il PC? 
Non ho mai capito perché far guerre così stupide.
Ogni console ha delle qualità poi ognuno si schiera in base a quello a cui vuole giocare. Mi spiego. Purtroppo ci sono alcuni titoli che escono in esclusiva solo su determinate piattaforme, uno su tutti i Pokémon che sono solo esclusiva Nintendo per cui, se vuoi giocare con loro, devi per forza di cose acquistare la console.
Non c’è una console migliore di altre.
Io ho incominciato con FF7 sostanzialmente e poi Sony ha continuato ad ospitare diversi giochi che ho amato, per cui che senso aveva acquistare un altra console se potevo giocare a quel gioco con quella che avevo in casa?
Quello che posso dire è che, pur di giocare a qualche titolo in particolare, ho acquistato la console, quello si, ma quel genere di sciocche guerriglie, non mi hanno mai interessata.

Il tuo livello preferito di un gioco? Che sia una boss fight, un livello o un ambientazione in particolare che ti è rimasta impressa.
Non so se ho compreso davvero la domanda, sono sincera, pertanto non sono in grado di dare una risposta, scusate.

Quel gioco che ti ha proprio deluso.
Non ho memoria di giochi che mi hanno delusa.
Sono molto abitudinaria e acquisto solo quello che sono certa entri nei miei gusti, per cui, non ho un titolo deludente nella mia lista o forse, è stato così deludente da averlo rimosso dalla mia vita. xD

Quale gioco ritieni sottovalutato e pensi meriterebbe più fama? 
Altra domanda un po’ difficile a cui rispondere, vediamo…
C’era un gioco per ps2, s’intitolava Rouge Galaxy ed era un gdr della Level 5 ora, non so quanto abbia effettivamente avuto successo in Italia, ma io l’avevo trovato molto carino e avrei desiderato per lui un po’ più di visibilità.

Il genere che proprio non ti piace o non fa per te? 
Che non mi piace, i giochi di calcio e gli sportivi in generale (gioco solo a Everybody’s golf x°D ).
Che non sono portata, tutti quelli dove devo guidare un mezzo: sono riuscita a fare game over in Uncharted 4 perché mi ribaltavo con la jeep e non aggiungo altro x°D.

Il titolo che hai rivalutato. 
Come detto su, non sono una che acquista a random per cui tutto quello che è passato nella mia console, è stato perché fortemente desiderato.

Quale gioco secondo te meriterebbe un remake? 
Se per remake si intendono storpiature come nel caso di Final Fantasy 7, allora direi assolutamente nessuno! Ma, se non ci sarebbero storpiature abnormi, direi “The Legend of Dragoon” un vecchissimo gioco di PsOne che ho adorato.

Finito le domande? Ma come? Di già? Iniziavo a prenderci gusto! ❤
Scherzi a parte, spero che le mie risposte vi siano piaciute e che vogliate provare anche voi per dire la vostra a riguardo e confrontarci insieme.

Buona serata (io vado a imbottirmi di tachipirina).

Love & Peace.

Shio.

Per tutti coloro che fossero interessati, il mio romanzo, “L’Altra Me“, è disponibile in esclusiva Amazon, ma reperibile anche in altri store, al costo dell’ebook di € 0.99.
E’ disponibile sia in formato ebook sia in cartaceo ed è GRATIS per gli iscritti a Kindle Unlimeted.
Per acquistare o leggere l’estratto, potete cliccare direttamente su questo link: https://amzn.to/34olMTt

Niente FantArt…

Avevo iniziato l’avventura del FantArt solo un anno fa perché stufa di dover interpretare quello che volevano gli altri. Purtroppo sia Inktober che Drawlloween hanno origini straniere e spesso, la traduzione letterale di un termine, non corrisponde a quello che in realtà si richiede di disegnare, per cui mi ero inventata una cosa tutta mia, ma quest’anno non ho fatto in tempo a far nulla e pensare a 30 fan art da fare, non è facile così su due piedi… Ma mi è appena venuta in mente un’idea! Perché non mi proponete qualcosa voi?

Potete chiedere tutti i pg che volete, basta che mi fornite il nome e la serie/film/cartone animato/videogioco da cui sono tratti e proverò a crearli per voi (tempo permettendo). Non prometto nulla, ma se ottengo 30 pg, ho la mia lista e tanto mi basta!

Cosa ne dite?

Attendo i vostri commenti e, nel mentre, provo a pensare a qualche pg anch’io ❤️

Big kiss.

Shio 😘

24 ore, non bastano!

Ciao ragazzi, è tanto che non mi faccio più viva, ma è come se avessi perso il controllo della situazione chiamata “vita”.

A voi capita mai di essere così oberati di cose da fare che non vi basta la giornata? Di vivere sentendovi perennemente l’acqua alla gola? A me sta succedendo nell’ultimo mese. Sono più stanca, spossata e spesso mi strascico districandomi malamente tra la casa, le visite mediche da organizzare e che non finiscono mai e il lavoro fuori casa. Non riesco più a trovare una quadra che mi permetta di fare tutto seppur in piccole razioni. Avrei dovuto pubblicare il nuovo romanzo quasi una settimana fa, eppure sono ancora in fase di revisione perché la sera che torno da lavoro, sono così stanca che non riesco a concentrarmi come dovrei e questo mi provoca frustrazione.

Forse ho perso le mie qualità”multitasking” o, più semplicemente, sto invecchiando… Chissà.

Vi prego di essere sempre tanto pazienti con me, lo chiedo anche agli altri blogger che non vedono una mia apparizione tra le loro pagine da settimane ormai… Scusatemi, sono un vero disastro! 😖😓

Vi abbraccio con tutto il cuore.

Shio, la latitante. 😓