The last one…

E siamo arrivati alla fine di questo lungo, faticoso, sconvolgente, pandemico, stancante anno.
Nessuno ci garantisce che il 2021 cambierà qualcosa.
In parte, il cambiamento è già iniziato dato che ora esiste un vaccino, ma la strada è ancora lunga e in salita.
Siamo tutti un po’ stanchi, un po’ provati.
Tutti abbiamo avuto degli addii chi più e chi meno importanti.
Tutti abbiamo avuto delle ansie che ci hanno messo spesso alla prova.
Tutti abbiamo avuto voglia di fuggire su un altro pianeta ma, essendo in zona rossa, non potevi neanche scendere a portare giù il cane! x°D (permettetemi di sdrammatizzare)

E’ stato un anno difficile, tutti continuiamo a dire e a insultare questo 2020 per quello che ci ha tolto:
la libertà, i nostri cari, la forza di vivere… e, non è per essere pessimista ma, se il 2020 è stato l’anno della privazione, colui che ha dato una scossa sismica di magnitudo 10 alla nostra vita, il 2021 sarà un’immensa distesa di scosse di assestamento.

Non è pessimismo è realtà.

Nessuno può dirci con certezza che l’anno che verrà sarà migliore di quello che se ne sta andando.
Io pensavo lo stesso del 2019, anno in cui ho perso mia madre e un’artista che era molto vicino al mio cuore, eppure, il 2020 è stato comunque terrificante.

Ma c’è una cosa che il 2020 o il 2019 prima di lui, non è riuscito a togliermi. Certo, ogni tanto vacillo, chi non lo fa? Ma quest’anno che sta per concludersi… questo mostro chiamato COVID non è riuscito a togliermi la speranza. (la fiducia verso il genere umano sì, quella ormai ce la siamo giocata dopo alcuni esempi di egoismo e stupidità avvenuti non solo per il virus)… quella proprio… ma, la speranza… l’idea e il desiderio che nonostante tutto, qualcosa può ancora cambiare, c’è! E’ lì, forte e determinata a non lasciare il mio cuore ed è l’unica cosa a cui riesco ad appigliarmi.
Oggi è l’ultima.
Tra poche ore, saluteremo quest’anno col cuore gonfio di dolore e risentimento e pretenderemo dal prossimo che magicamente risolva tutti i nostri problemi, ma non funziona proprio così, però, possiamo sperare che succeda, giusto?

Buona vigilia amici miei, grazie per essere entrati a far parte del mio mondo. ❤
Ci vediamo l’anno prossimo.
Vi amo tutti.

Con sincero amore.
Anna (Shio)

Merry Christmas

Nell’anno del suo quarantesimo anniversario dalla morte, ritengo che nessuno, meglio di John e della sua bellissima “So this is Christmas”, possono descrivere meglio questo momento difficile che ormai dura da davvero troppo tempo e non parlo solo della pandemia.

Buon Natale a tutti. ❤

Vi abbraccio.

Shio

Complicated Love: recensione

Eccomi con una nuova recensione fresca fresca di scrittura. Questa volta il blog che devo ringraziare sentitamente è quello di Chiara Cipolla, autrice anche lei e di cui vi invito fin da subito a dare un occhiata ai suoi lavori.

Grazie a Chiara e al suo “Chiaramente Romance” per questa recensione che potete recuperare cliccando sulla parola: QUI.

Buona lettura. ❤

Shio

Thanks

[to M.S.]

Sei il sorriso che a oggi mi manca.

Sei la sorpresa che fa fremere il mio cuore stanco.

Sei la scusa che mi racconto per giustificare le lacrime che bagnano il mio viso.

La Luna mi è testimone…

Il Sole mi abbraccia complice, donando un senso di quiete e pace alla mia anima straziata…

Al mio amore impossibile…

Al mio desiderio di averti.

Un gesto, un sorriso, una carezza… non chiedo altro.

Solo una conferma che sto davvero esistendo, che non sono invisibile e che il mio canto d’amore, è infine giunto a te che sei il suo unico spettatore designato.

Mi vesto di luce d’argento, la Luna lascia il passo all’alba… Un nuovo Sole sorge abbagliandomi o forse, è solo il tuo sorriso che mi scalda il cuore.

[Original Shio]

L’Altra Me, nuova recensione!

La mia discesa verso l’oblio ormai sembra inevitabile! xD
Le stelle continuano a scarseggiare ultimamente, ma si sa, non si può piacere a tutti…

E poi, non vedo tutta questa negatività a essere sincera, ma quelle tre stelline hanno il suo peso, purtroppo.
Voi che ne pensate?

Ringrazio il blog: “Libri e altri disastri”, per aver letto e recensito il mio romanzo. Potete leggere la sua recensione a questo link:

–> LEGGI LA RECENSIONE <—

Buona serata.

Shio. ❤

Buon Primo Maggio

Che strano…

Oggi è la festa dei lavoratori. È così da anni e, da anni, nelle piazze delle più importanti città, si organizzavano incontri, manifestazioni. Le persone, i più giovani soprattutto, attendevano questo giorno per poter assistere alle performance di alcuni dei loro cantanti preferiti senza pagar nessun biglietto. Per altri, oggi era l’occasione per una piccola gita fuori porta, per una grigliata in riva a un fiume o, più semplicemente, una passeggiata con tutta la famiglia sotto i portici del centro ad ammirare le vetrine.

Oggi, è la festa di chi lavora in teoria, ma è la festa di tutti! Eppure quest’anno mi sembra così insipida…

Continua a leggere

Siamo chiusi in casa da un mese e mezzo ormai, chi più, chi meno. Non ricordo neanche più come si lavora e temo di non entrare neanche più nella divisa 😅. Dovrei godere di una festa che sostanzialmente non mi sono meritata, perché non sto lavorando da un po’ e non vedo nulla per cui festeggiare? Si, è vero, da quando è iniziata la quarantena ho lavorato al romanzo senza risparmiarmi un attimo. Mi sono arrabbiata, snervata e insultata per non essere producente quanto vorrei, ma purtroppo le parole, quando si fanno determinate cose, non escono a comando. Per cui, anche se non ho indossato la mia divisa da operaia. Anche se non ho passato il mio tesserino all’ingresso e fatto scorrere il badge nella bollatrice, in un certo senso ho comunque lavorato. Ho contribuito a produrre una storia, e ne ho quasi conclusa un’altra e ho evitato di impazzire stando 24h su 24 in una casa con dei muri sottili e dei vicini che sembrano vivere in uno stadio o nelle caverne a martellare pietre. (stanno urlando e sbattendo oggetti anche in questo momento).

 

Ritengo di aver fatto molto a livello morale per meritarmi questo giorno di festa, eppure, la consapevolezza di alcune realtà stravolte da questi ultimi due mesi ormai, mi lasciano l’amaro in bocca.

Continua a leggere

Nuova recensione!!

E in questo momento difficile, ricevere una recensione è sempre un’emozione unica e quella ricevuta dal blog Chiaramente Romance sia sulle pagine di blogspot che su Amazon, mi ha colpita dritta al cuore commuovendomi non poco.
Ma lascio la parola a Chiara del blog Chiaramente Romance blog che ringrazio sentitamente.

—-> CLICCATE QUI PER LEGGERE <—

 

Shio ❤

Il calore di un gesto…

Ciao a tutti, come molti, questi sono momenti frenetici dove bisogna mettere un po’ da parte noi stessi per un bene maggiore. E vi assicuro che, tra quello che vi ho scritto alcuni giorni fa e le corse sotto un cielo che non smette di piangere ormai da giorni, le forze si assottigliano. Eppure oggi, due persone mi hanno comunicato che hanno ordinato il mio libro su Amazon e non l’ebook, ma il cartaceo!!

Mi sono commossa.

Il prezzo non è poco e sapere che a questo mondo c’è qualcuno che ha fiducia nelle mie modeste doti narrative e che ha deciso di investire parte del proprio stupendio/mancia natalozia per avere una “mia creatura”, mi scalda il cuore.

Per chiunque voglia, il mio libro “L’Altra Me” è disponibile su Amazon. Che voi vogliate leggerlo o fare un regalo sotto l’albero, sappiate che, oltre alla mia immensa gratitudine, avrete l’opportunità di far leggere qualcosa di diverso dal solito romanzo rosa. E sono certa vi piacerà.

Link x l’acquisto:

https://amzn.to/34olMTt

Grazie a tutti.

Shio

300!!

il mondo di shioren
No, non mi sto riferendo al film, ma a voi: siete 300!!!

Che emozione!!
Quando ho incominciato quest’avventura, arrivare a 10 mi era sembrato già un traguardo sensazionale, ma ora, 300, mi sembra davvero un sogno!

Grazie infinite a tutti coloro che da anni fanno parte del mio piccolo mondo e a chi si è unito da poco. Grazie per esserci, per i vostri like e commenti, grazie per avermi concesso di farmi conoscere a di far parte della vostra esistenza.

Vi voglio bene.

Shio ❤

Il Cuore che Pulsa in Rete…

Ciao a tutti,

come state? Spero bene. ❤

Oggi voglio raccontarvi una cosa che mi ha scaldata il cuore ma, per farlo, devo tornare un po’ indietro nel tempo al lontano 2010, anno in cui sono cambiate tante cose nella mia vita.

Nell’estate di quell’anno, chiusi un rapporto sentimentale per me importante che durava da 8 anni e, come ci si può aspettare in quei casi, ero entrata in un periodo di crisi. In quell’occasione, mio fratello mi fece iscrivere su Facebook per distrarmi un po’ e, per una serie di eventi che non sto ora a spiegare o diventa una Divina Commedia questo post, mi sono ritrovata ad amministrare una pagina otaku. Ah! Per chi non lo sapesse, una pagina otaku è una pagina che tratta di animazione, fumetti e videogiochi soprattutto giapponesi. Insomma, in quella pagina, parlavo di cose che adoro e, per questo, mi sentivo a mio agio.

Continua a leggere