9/11: I don’t forget!

Ogni anno ci tengo a ricordare questa data.
E’ un ricordo forte.
Vivido.
Che non posso e non voglio dimenticare affinché, chi verrà dopo di me, potrà preservarne la memoria attraverso le parole riportate da altri… da noi che, l’11 settembre l’abbiamo vissuti impotenti davanti a uno schermo televisivo, da chi ha visto la vita dei propri cari spegnersi in modo così assurdo e tragico e, da chi, nonostante fosse lì, non fu in grado di salvare nessuno.

L’11 settembre, come l’Olocausto è una data… un avvenimento storico che non va e non deve essere dimenticato.

Io c’ero e ricordo…
E voi?

Shio.

FantArt 2019 – #31 – Pg Free

Fino all’ultimo, ero indecisa se usare questo disegno creato per il gruppo di BULL come disegno libero, ma poi mi sono detta: “è stato fatto in piena libertà e per il mio piacere personale oltre, ovviamente, far divertire gli altri, per cui…perché no?”.

Ultimo disegno di questa prima edizione del FantArt: Bull e l’intero cast in perfetto Halloween style! ❤

Grazie per aver apprezzato i miei disegni.

Buon Halloween a tutti! 🎃

Shio ❤

Split

il mondo di shioren Con l’estate ho potuto approfittarne per guardare qualcosina tra una sincope e l’altra dovute al caldo e alla mia pressione bassa xD (no, tranquilli, non sono davvero svenuta, ma vi assicuro che ci sono andata vicina più e più volte), così, adesso posso parlarvi di un film che mi ha davvero sconvolta ( in senso buono) per la bravura del suo protagonista: “Split” di M. Night Shyamalan.
Cosa cosa? Il nome del regista vi è famigliare?
E avete ragione, se mi seguite da un po’, perché è lo stesso regista di “Lady in the water”, altro film di cui vi ho parlato diverso tempo fa e che potete comunque reperire cliccando ->QUI<-. Ma torniamo al titolo di oggi e, cioè, “Split”. Continua a leggere

Tracce

il mondo di shioren

Titolo: Tracce
Autore: Wendy Mills
Casa Editrice: Giralangolo
Numero pag.: 376
Prima edizione: Luglio 2018
Costo di copertina: € 15. 

Buongiorno e buon inizio di settimana a tutti, amici miei. Il libro di cui vi parlo oggi è stato per me un vero colpo di fulmine! Non ho mai nascosto di essere molto legata ai fatti relativi all’11 settembre. Li ho vissuti impotente, come molti di noi, attraverso lo schermo di un televisore a piangere e pregare per gente che neanche conoscevo ma che moriva ogni davanti ai miei occhi istante dopo istante.
Quando andai a fare un giro a “La Feltrinelli” e vidi la copertina, lo afferrai senza esitazioni, poi lessi quello che ora vi riporterò di seguito ossia la sinossi e ne rimasi incuriosita:

” 11 settembre 2001
New York, World Trade Center, Twin Towers.
Due ragazze.
Due epoche.
Uno stesso evento che cambierà per sempre le loro vite e il mondo intero.
Una storia di amicizia, di amore, di indagini febbrili.
Un mistero famigliare cominciato il giorno dell’attentato alle Torri Gemelle”.

Continua a leggere

Questo mondo mi fa paura!!

ImmagineOggi ho letto dell’ennesima morte ai danni di animali innocenti per mano dell’uomo anche perché, diversamente un altro animale prenderebbe a bastonate un suo simile fino a spezzargli il collo. L’accaduto a cui faccio riferimento è avvenuto nel parco di Recoaro, in provincia di Vicenza dove un cigno maschio reale è stato trovato privo di vita.
Eccovi il link dell’accaduto:

<<Cigno reale ucciso a bastonate>>

e ancora:

<<A Genova>>

Continua a leggere

Inktober #30 – Jolt

Penultimo tema di questo Inktober: Jolt, cioè “scossa”. La prima cosa che, purtroppo, associo a questa parola sono altre parole anzi, nome come Aquila, Amatrice e potrei continuare per ore… Per cui, quando leggo scossa, difficilmente penso alla più banale (si fa per dire) scossa elettrica, ma a un sisma. Ho volontariamente rappresentato una città immaginaria che non mi ricordasse comunque quelle italiane.

Questa è la mia Jolt:

11 settembre 2001

UA_Flight_175_hits_WTC_south_tower_9-11_editQuesta data ha sempre un suo peso nel mio cuore e, come me, penso nel cuore e nella memoria di molti di noi. Certo, in questi 17 anni sono successe tante altre tragedie e catastrofi, ma questa è una di quelle cose che ormai ritengo marchiata a fuoco nella mia mente al punto che, se chiudo gli occhi, riesco a ricordare perfettamente cosa stavo facendo quel giorno e dove mi trovavo nel momento dell’attacco.

Voi ve lo ricordate? Continua a leggere

Il timbro del cuore

Questa storia partecipa al XXI contest non competitivo Raynor’s Hall. Il tema estratto per questo nuovo contest è “Timbro”.

Piccola postfazione: Era da tanto che non partecipavo al contest non competitivo e questo mi fa capire quanto lontana sia stata da alcune cose che ho dato per scontato per diverso tempo. Per questo ventunesimo contest o meglio challenge, ho provato a scrivere qualcosa in prima persona, spero vi piacerà. Ma ora vi lascio al racconto:

“Il timbro del cuore”

I miei occhi non smettevano di guardare i suoi. Le sue iridi verdi come lo smeraldo attendevano impazienti una mia risposta eppure io non ero in grado di propinare parola. La salivazione, nonostante stessi mangiando in quel momento, era improvvisamente scesa a zero, le palpebre continuavano a sbattere senza controllo e io a chiedermi se quello che aveva appena detto fosse vero o colpa dei fumi dell’alcool.

Continua a leggere

Dracula di Bram Stoker

“Portami via da tutta questa morte…”.

E’ forse una delle pellicole più famose dedicata al tenebroso conte e,  in generale, al filone dei vampiri. Certo i più giovani potrebbero farmi nomi come “Il diario del vampiro” o  “Twilight” ma, diciamocelo, per quanto ho amato i libri della Meyer, non c’è paragone col libro e col film “Dracula” di Bram Stoker. Questo titolo è quello che si può definire un cult, uno di quei capolavori che fanno e resteranno nella storia del cinema. Continua a leggere

Inside me

Mi sembra ancora di sentire le loro parole,
le loro risate di scherno,
le loro grida verso la creatura che sono.
Verso un essere per loro diverso e quindi inaccettabile.
Un essere che non ha mai desiderato altro che essere amato,
Compreso…
Accettato…
Ma come si può pretendere dagli altri qualcosa che non si capisce davvero?
Come si può chiedere amore se poi non si è in grado di darlo?
Come si può pretendere di essere accettati se poi si è i primi a scappare?
Silenzio, rifiuto, paura, rassegnazione, dolore…
Sono tutte cose che fanno parte di me…
Che mi soffocano…
Che ogni tanto si affacciano nella mente sotto forma di incubi…
Sono tarli che si insinuano  nella mente senza darmi pace…
Comprendi che sbagli…
Sai di essere la prima a sbagliare eppure ci caschi sempre…
Per quanto faccia male…
Per quando faccia sentire diversi, miseri e piccoli…
Si spera sempre che la volta dopo sarà migliore della precedente
si spera che prima o poi le cose cambiano
Che tu cambi…
Ma non succede mai…
E quello che resta è una spina nel cuore che sanguina accanto alle altre
E cenere bianca nelle mani…
Immacolata e pura che, portata via dal vento…
Troverà una persona migliore di me
Che sappia amarla e capirla…
E che sappia dare un senso a questo vuoto che gli ho trasmesso ma di cui non riesco a liberarmi.

il mondo di shioren