Buon 8 marzo

promo 8 marzo

Il mio romance si è vestito a festa! Link di acquisto: https://amzn.to/34olMTt 

Questa è un 8 marzo diverso dal solito.
Non che io facessi chissà cosa in questa particolare giornata, anzi. Mi sono sempre battuta perché la gente non vedesse questo giorno solo come un’occasione per far baldoria ai danni di compagni e mariti vari, ma che pensasse seriamente che cosa si nascondesse dietro questa specifica data, però… mi chiedo anche quante serate saranno saltate quest’anno a causa dell’epidemia mondiale in corso.
Si, avete letto bene, ho scritto “quante serate saltate”, dando per scontato che ci sarà sempre qualche deficiente che deciderà lo stesso di andare a ballare e a divertirsi nonostante i vari divieti e che non si dica: “ma io non sono mica malata” o “non voglio morire prima del tempo chiudendomi in casa“, perché queste sono solo frasi di rito pensate da persone egoiste. Le stesse che hanno visto la chiusura di scuole e posti di lavoro per farsi un periodo di vacanza e contribuendo così al diffondersi del virus.
La gente è egoista.
Continua a leggere

Io non dimentico!

IMG_20190910_0001

Come tutti gli anni, anche quest’anno è arrivato inesorabile l’anniversario del giorno che ha cambiato il mondo: l’11 settembre.
Questa data è una di quelle che è scolpita a fuoco nel mio cuore e che non posso e non voglio dimenticare perché farlo, sarebbe uno degli errori più stupidi che possa fare l’umanità insieme alla ricorrenza di Hiroshima o dell’Olocausto.

Prego per quelle anime che non ci sono più.
Per coloro che quel giorno hanno visto spegnere le loro speranze, i solo sogni.
Per coloro che hanno perso un parente, un amico, un compagno…una moglie o un figlio.
Prego per coloro che non sono morti quel giorno nel fisico, ma sono morti dentro e tutti coloro che si sono morti negli anni avvenire a causa delle malattie legate a questa tragedia.
Ecco prego per loro, perché non siano dimenticati…

9/11 – I don’t forget!

 

Shio ❤

 

Il troppo stroppia, sempre!

Ciao a tutti amici, come potrete facilmente immaginare dal titolo, questo è il solito “post sfogo/denuncia”. Essi prendono vita su questo blog quando inizio a sentirmi sopraffatta dall’ipocrisia altrui o, più semplicemente, quando “smetto di essere diplomatica” e scendo in campo conscia di poter infastidire qualcuno. Vi anticipo che il tema di questo post è “Nadia Toffa” per cui, se siete sensibili all’argomento, vi invito all’astenervi dal continuare a leggere, grazie.

Continua a leggere

Questo mondo mi fa paura!!

ImmagineOggi ho letto dell’ennesima morte ai danni di animali innocenti per mano dell’uomo anche perché, diversamente un altro animale prenderebbe a bastonate un suo simile fino a spezzargli il collo. L’accaduto a cui faccio riferimento è avvenuto nel parco di Recoaro, in provincia di Vicenza dove un cigno maschio reale è stato trovato privo di vita.
Eccovi il link dell’accaduto:

<<Cigno reale ucciso a bastonate>>

e ancora:

<<A Genova>>

Continua a leggere

Ciao Stan!

I fumetti sono le favole degli adulti” (Stan Lee 28/12/1922 – 12/11/2018).

Oggi, per gli appassionati di fumetto è un triste giorno. Una delle menti più brillanti del settore, colui che ha dato i natali a decine di personaggi diventati famosi in tutto il mondo e che hanno accompagnato l’infanzia, l’adolescenza e, per alcuni, la vita di molti di noi… si è spento. Aveva 95 anni, in molti diranno che è una bella età per andarsene, che la sua vita l’ha fatta ma, personalmente ritengo che nessuno è mai davvero pronto per il grande salto ne, tanto meno colui che, attraverso i suoi personaggi, ha giocato spesso con l’immortalità.

Le sue spoglie troveranno preso la loro locazione terrena, ma i suoi personaggi, le sue storie, l’universo da lui creato è ormai leggenda e così sarà negli anni avvenire:

“Ciao Stan Lee, grazie per i sogni che ci hai donato, per gli eroi che hanno reso, seppur su carta, migliore questo mondo non proprio perfetto. Il mio primo fumetto portava la tua firma, d’allora sono passati 22 anni eppure non ho ancora perso l’abitudine di sognare…
Mi mancherai”.

1

ghirigori

Un grazie alla pagina fb “Le fotografie che hanno fatto la storia”, per l’immagine e la citazione. Questo articolo sarebbe stato incompleto senza questi preziosi particolari.

ghirigori

Ho sempre pensato a lui come il Walt Disney del fumetto americano e ora, proprio come Walt, delizierà gli angeli del cielo con le sue fantastiche avventure…

Goodbye.

Cellulare ovunque? Ma anche no!

Ciao a tutti e buon inizio di settimana. Io sono incasinata con varie visite ospedaliere e, con molta probabilità, dovrò rinviare i vari “Inktober” fino a nuova data…anche se stasera, spero di recuperare qualcosina… 🙄

Ma passiamo al tema del post: i telefoni cellulari!

Ora, non voglio fare la polemica o la rompiscatole di turno e non metto in dubbio il livello di professionalità e concentrazione di chi mi sta di fronte, ma… cosa ne pensate dei cellulari in ospedale?

Continua a leggere

Civiltà Regresso

Forse, anzi, di sicuro sono io quella strana, ma proprio questa cosa mi da in testa! Posso capire, ma non giustificare, quelli che scrivono messaggi col cellulare mentre camminano e non guardano dove vanno. Per carità, lo faccio anch’io, ma presto comunque attenzione alla strada e a ciò che mi circonda, ma quelli che usano il proprio corpo come un ariete travolgendo tutto e tutti??? E non parlo dei giovani, quindi sfatiamo questa leggenda secondo cui i giovani sono tutti maleducati, perché non è vero! Ci sono anche loro, ma ce ne sono tanti che potrebbero insegnare le buone maniere a chiunque, no, io parlo dalla mezz’età in su…questi sono dei veri kamikaze!! Non guardano, non gli frega nulla se sei zoppo, con una stampella o senza una gamba, se loro devono passare…passano! Ti travolgono, ti spostano letteralmente di peso e non chiedono scusa oppure fluttuano davanti a te con non curanza perché quella è la loro strada e sei tu che ti devi spostare o adattare. Trovo tutto questo assurdo se si pensa che in teoria siamo in una società civile eppure è sempre peggio. L’educazione è ridotta al minimo, la gente è sempre nervosa, schiva e di corsa. Grugnisce anche se ti scusi e s’incacchia se non lo fai… io probabilmente sono di un altro pianeta, devo essere un’aliena precipitata chissà quando sulla Terra, perché altrimenti non mi spiego questo mio modo di essere e rapportarmi con gli altri. Se mi accorgo che sono tra i piedi, mi sposto ancor prima che mi venga chiesto il permesso o che, magicamente, mi trovo dalla parte opposta della strada per una spallata. Se sono sul pullman e sono davanti alla macchinetta della timbratura, mi sposto o chiedo alla persona se vuole che oblittero per lei… no, ma davvero, ci vuole così tanto a essere un pelo più umani?

Che dire? Andiamo sempre peggio, ma d’altro canto facciamo parte della stessa “civiltà” che, davanti una rissa o un pestaggio di massa, preferisce fare un video per aver visualizzazioni su youtube piuttosto che chiamare aiuto…

Se questo è il progresso, forse era meglio restare col telefono a gettoni, la penna d’oca e il treno a vapore…

Love & Peace.

Shio ❤

Evol 

Siamo nati nell’innocenza.

Abbiamo bramato il sapere condannandoci al peccato…

Attraverso le ere abbiamo piegato i deboli, ucciso i giusti e condannato gli stolti. Abbiamo eletto a dei persone dall’animo oscuro, siamo stati piegati e abbiamo ucciso in nome di un dio macchiandolo di colpe che non aveva… Siamo stati perseguitati, derisi, privati della dignità e del coraggio, eppure continuiamo a non capire e a fare del male.

Poco importa chi abbiamo davanti o la natura della persona sfortunata che pagherà per la nostra codardia, perché di esso si tratta: Il forte attacca il più debole, ma esso lo è davvero? Forse non avrà la forza di reagire, forse passerà il resto della sua vita in un angolo a piangersi addosso, ma chi realmente dei due è il forte?

La gente parla, non è mai contenta e passa la sua vita a criticare e giudicare il prossimo, non ha occhi, non ha sentimenti, non ha volontà o cuore, ha solo odio, superficialità e fiato nei polmoni da sprecare.

Io provo pena per voi, per la vostra vita vuota, per i vostri domani tutti uguali.

Provo pena perché siete già morti ma non ve ne rendete conto, chiusi in un limbo di cattiveria gratuita che vi logora al punto da non farvi distinguere più quale sia la realtà.

 Provo pena per voi e per il vostro cuore arido, per quelle mani vuote che stringono solo aria malata, per le vostre menti offuscate dal male.

Provo pena per chi vi sta accanto e non riesce a farvi rinsanire, perché vivete chiusi nei vostri mondi fatti di melma e oscurità e vi circondate solo di vostri simili.

Provo pena per voi che non conoscete altre forme di dialogo se non attraverso l’offesa e l’ingiuria.

Provo pena per chi dite di amare e poi calpestate senza motivo o pietà.

Provo pena per voi…stolte, insane, oscure creature fatte di vuoto, amanti del nulla e sognatrici di bugie.

Provo pena per voi, ma non posso perdonarvi, perché siete consapevoli del male e del dolore che causate, le vostre parole sono mirate a colpire, offendere e far soffrire il prossimo.

La storia si ripete: nasciamo nell’innocenza, bramiamo il sapere maledicendo così il nostro futuro e le nostre esistenze…

Peace.

[Original Shio]