Vita è…

Vetri infranti come sogni sul davanzale del tempo.
Persa nel silenzio di questo interminabile istante, vedo la mia vita scorrere senza che riesco a darle un senso…
Amare?
Sognare?
Condividere?
Cosa significa esattamente “vivere”?
È un mistero astratto che sfugge ai più astuti e si nasconde dai più curiosi…
Essa si fa beffe di noi sempre alla disperata ricerca di un senso, quando esso non c’è.
Vivere è un attimo ripetuto all’infinito.
È voglia di fare, di sperare, di provare!
Continua a leggere

Canzoni del cuore: “Guns N’ Roses – November Rain”

Da oggi ho pensato di farvi cosa gradita proponendovi di tanto in tanto, le canzoni e i video che, a me, hanno dati emozioni uniche.

La prima della lista, non poteva non essere la meravigliosa “November rain”. Se non la conoscete, ascoltatela, lasciatevi catturare dalla musica, dalla voce di Axel Rose e dal canto armonioso della chitarra di Slash

Buon ascolto ❤

Una parte di me

+++++++++++++++++++++++++++4

Guardami, non sono invisibile.
Ascoltami, la mia voce non è aria.
Sentimi, il mio corpo è materia.

La mia coscienza prende le distanze dal corpo,
vaga nei meandri più reconditi dell’anima,
dove tutto è celato al riparo dalla cattiveria delle persone.

Immersa in questa dimensione fatta di silenzi e sospiri,
desidero essere scorta per un singolo momento.
Immersa in questa dimensione fatta di ovatta,
desidero fortemente che la mia voce ti arrivi come un canto disperato udibile solo a te.
Immersa in questa dimensione fatta di nulla e ansia,
desidero ardentemente che tu mi trovi, affinché possa ancora sentirmi viva.

Soffoco sotto il peso del mio cuore stanco…
Soffoco per l’indifferenza,
la cattiveria,
la stupidità.
Soffoco perché in questo mondo fatto da mille occhi,
io non vedo.
Soffoco perché in questo mondo fatto da mille orecchie,
io non sento.

Cosa darei per sentire ancora il cuore battere…
Per sentire ancora le lacrime di gioia rigarmi il viso e la felicità togliermi la parola.
Cosa darei per esistere anche solo un secondo…
Per vedere come mi vedi davvero…
Per ascoltare cosa pensa il tuo cuore di me e dei miei pensieri…
Per sentire il calore del tuo corpo contro il mio e il respiro sul mio collo…
Sei dentro di me…
Sei il mio mondo, il mio dolore più lancinante, la mia angoscia.
Sei il mio Sole e la mia Luna…
Sei la parte di anima che mi è stata strappata alla nascita e che ancora sto aspettando di poter riabbracciare.

Guardami,
Ascoltami,
Sentimi,
Amami.

[Original Shio]

Luna

Fredda
Pallida
Solitaria
Vegli sui miei sogni
Ascolti i miei pensieri
I miei sospiri
I miei desideri
Amica fedele nelle notti solitarie
In silenzio accogli il mio dolore accarezzandomi la pelle con la tua luce argentea,
Ti fai immensa e poi piccina,
Mi osservi col tuo sorriso beffardo
e mi emozioni con la tua pienezza…
la tua fierezza.
Sei arida di aspetto,
ma calda di passione.
A te vengono affidati i pensieri d’amore degli innamorati
A te vengono donate le lacrime dei cuori infranti
A te vengono dedicati sonetti d’amore e di speranza…
Tu,
bella e lontana
misteriosa e romantica…
Bellezza eterea,
Amica silenziosa,
Tu…

 

[Original Shio]

ghirigori

Love is…

il mondo di shioren
Love is…
Svegliarsi al mattino e vederti,
Fissare il tuo viso ancora addormentato,
Le tue ciglia lunghe,
Le tue palpebre che si muovono appena…

Love is…
Le tue labbra socchiuse,
I tuoi respiri profondi,
I tuoi sorrisi rubati…

Love is…
Il sole riflesso nei tuoi occhi di giada,
Il modo in cui aggrotti le sopracciglia quando mille pensieri ti turbano,
Come ti mordi le labbra quando provi imbarazzo…

Love is…
La sera, quando stanco, ti addormenti sul mio seno,
Quando cerchi la mia mano nel sonno,
Quando ascolti i miei silenzi,
Quando dai voce ai miei pensieri senza che occorre che parli,
Guardo mi accogli con un sorriso e mi saluti con un bacio…

Love is…
Love is…
You!

Piove

il mondo di shioren

Piove…
Grandi, pesanti gocce impestano il mio viso stanco….
Sono ore che aspetto, ma tu non ci sei…
Guardo l’orologio che scandisce il tempo ricordandomi la mia vergogna,
Vorrei scappare…
Correre lontano da quegli sguardi inquisitori di chi non sa…
Di chi non capisce. Continua a leggere

La nostra canzone

ghirigori

Michael al casino

ghirigori

Un giorno nasce nell’esatto istante in cui uno muore
Non c’è un motivo, è così da sempre…
Eppure nonostante il giorno sia diverso da quello precedente per me sono tutti uguali.

In un mondo vuoto,
Fatto di giorni identici,
Tu fai la differenza.

Al tuo passaggio,
Il paesaggio acquista colore,
L’aria profuma di fresco
E la gente intorno a me prende vita.
Sento il mondo cantare una melodia solo nostra…
E il mio corpo si muove al ritmo di quella danza fatta di sospiri e baci.

Ma poi il giorno muore…
Io apro gli occhi in un mondo senza te…
Un mondo che non riconosco più…
Che mi rifiuta…
Che odio!

Tu sei andato chissà dove…
Ti sei nascosto nei meandri del mio inconscio in attesa di un nuovo incontro…

Un vecchio giorno muore…
Un nuovo giorno nasce e io so…
Che da qualche parte nel mondo…
Tu stai danzando la nostra canzone…
Sorridi e sogni…

In attesa del giorno in cui potremo di nuovo incontrarci
per danzare insieme la nostra melodia.

ghirigori

[original shio]

Tu…

Tu sei…
vita,
sogno,
amore,
dedizione,
grazie a te ho trovato la luce nelle mie tenebre fatte di ansia e dolore…
la tua luce mi ha indicato il cammino…
seguo il sentiero, oltre la luce alla ricerca del tuo sorriso,
alla ricerca di te.

 

[original Shio]

A Dream

kiss-164

[Immagine presa da google. Non detengo i diritti.]

Una notte come tante…
Fuori il caldo è soffocante…
Il letto arde e il sonno mi lascia indifferente…

Scosto le tende per fissare la Luna,
mi chiedo se anche tu la stai contemplando come me…
se anche tu stanotte non dormi…
ma poi mi rendo conto di quando assurdo sia questo pensiero
e torno a letto.

Mi giro e mi rigiro senza trovare pace…
Il tuo pensiero mi opprime…
Se non dico, se non urlo almeno una volta: Ti amo,
sento che il mio cuore esploderà andando in mille pezzi…

Il mio amore per te mi soffoca esattamente come questa notte insonne…
Il mio desiderio di te mi scuote fin dentro l’anima…
Sfioro il mio corpo pensando che sia tu a farlo…
Chiudo gli occhi per poterti vedere nel mondo oltre le palpebre,
Quel mondo fatto di sogni e speranze
Dove tu sei qui con me…
Nel mio letto che mi accarezzi il viso…
Mi baci le palpebre…
E mi stringi a te come se fossi l’unica cosa che conta in quel momento…
Come se esistessimo solo noi.

Ti sento…
Riesco a sentire i tuoi sospiri sulla mia pelle
e una nuova forma di calore mi avvampa…
Mi sciolgo tra le tue forti braccia e sento che siamo diventati una cosa sola.

Il mio cuore è il tuo cuore…
Il mio respiro è il tuo respiro…
Le nostre anime sono connesse…

Dischiudo le labbra per sentire che sapore hanno i tuoi baci…
Affondo le unghie tra i tuoi capelli perdendomi nel verde dei tuoi occhi…
Non sento più nulla a parte il tuo corpo contro il mio…
Un peso dolce e profumato in cui mi abbandono…
Vorrei stare tra le tue braccia per l’eternità,
ma il mattino arriva inesorabile…
strappandomi a te.

Apro gli occhi…
Il mondo è di nuovo caldo e caotico…
La Luna ha lasciato il posto a uno splendido Sole…
Una nuova giornata ha inizio…
Il tuo ricordo mi soffoca…
Due sole parole potrebbero farmi star meglio…
ma dovrò aspettare il tramonto…
Quando il mondo intorno a noi smetterà nuovamente di esistere…
Quando potrò rincontrarti nel mondo oltre le palpebre…
e sussurrarti di nuovo:
“Ti amo”.

[Original Shio]

Felicità

Silenzio
Il mondo dentro una bolla
Mi sento come dentro un acquario
e guardo la gente che è al di fuori dal vetro
Tutta spenta, tutta uguale…
Tutta triste e vuota
Perennemente alla ricerca della propria felicità.
Ma cos’è poi la vera felicità?
Un sorriso?
Una mano tesa?
Un abbraccio?
Un consiglio?
Un ricordo?
Una foto?
Cos’è la felicità?
Continuo a chiedermelo mentre galleggio in un mare di incertezze,
Mentre osservo le persone farsi male per noia, per rabbia o per solitudine.
Continuo a pensare che questa esistenza è incompleta…
Che quel vetro spesso dietro cui mi sono rinchiusa mi protegge dagli altri
ma non da me stessa!
Devo uscire, ma ho paura!
Sono così abituata a vedere il mondo attraverso la mia bara di vetro che ora sono immobilizzata!
Come sono finita in un posto così triste e vuoto?
Come posso uscirne?
Cercavo la mia felicità, ma non l’ho trovata…
Cercavo il mio posto nel mondo e ho trovato degli amici…
E dunque questa la felicità?
Guardo una vecchia foto sbiadita dal tempo…
Guardo i nostri visi sorridenti…
Ricordo ogni istante di quel giorno…
E una lacrima mi scivola sul viso consumato dal tempo…
Ecco la felicità!

 

 

[original Shio]