La nostra canzone

ghirigori

Michael al casino

ghirigori

Un giorno nasce nell’esatto istante in cui uno muore
Non c’è un motivo, è così da sempre…
Eppure nonostante il giorno sia diverso da quello precedente per me sono tutti uguali.

In un mondo vuoto,
Fatto di giorni identici,
Tu fai la differenza.

Al tuo passaggio,
Il paesaggio acquista colore,
L’aria profuma di fresco
E la gente intorno a me prende vita.
Sento il mondo cantare una melodia solo nostra…
E il mio corpo si muove al ritmo di quella danza fatta di sospiri e baci.

Ma poi il giorno muore…
Io apro gli occhi in un mondo senza te…
Un mondo che non riconosco più…
Che mi rifiuta…
Che odio!

Tu sei andato chissà dove…
Ti sei nascosto nei meandri del mio inconscio in attesa di un nuovo incontro…

Un vecchio giorno muore…
Un nuovo giorno nasce e io so…
Che da qualche parte nel mondo…
Tu stai danzando la nostra canzone…
Sorridi e sogni…

In attesa del giorno in cui potremo di nuovo incontrarci
per danzare insieme la nostra melodia.

ghirigori

[original shio]

Pubblicità

A Dream

kiss-164

[Immagine presa da google. Non detengo i diritti.]

Una notte come tante…
Fuori il caldo è soffocante…
Il letto arde e il sonno mi lascia indifferente…

Scosto le tende per fissare la Luna,
mi chiedo se anche tu la stai contemplando come me…
se anche tu stanotte non dormi…
ma poi mi rendo conto di quando assurdo sia questo pensiero
e torno a letto.

Mi giro e mi rigiro senza trovare pace…
Il tuo pensiero mi opprime…
Se non dico, se non urlo almeno una volta: Ti amo,
sento che il mio cuore esploderà andando in mille pezzi…

Il mio amore per te mi soffoca esattamente come questa notte insonne…
Il mio desiderio di te mi scuote fin dentro l’anima…
Sfioro il mio corpo pensando che sia tu a farlo…
Chiudo gli occhi per poterti vedere nel mondo oltre le palpebre,
Quel mondo fatto di sogni e speranze
Dove tu sei qui con me…
Nel mio letto che mi accarezzi il viso…
Mi baci le palpebre…
E mi stringi a te come se fossi l’unica cosa che conta in quel momento…
Come se esistessimo solo noi.

Ti sento…
Riesco a sentire i tuoi sospiri sulla mia pelle
e una nuova forma di calore mi avvampa…
Mi sciolgo tra le tue forti braccia e sento che siamo diventati una cosa sola.

Il mio cuore è il tuo cuore…
Il mio respiro è il tuo respiro…
Le nostre anime sono connesse…

Dischiudo le labbra per sentire che sapore hanno i tuoi baci…
Affondo le unghie tra i tuoi capelli perdendomi nel verde dei tuoi occhi…
Non sento più nulla a parte il tuo corpo contro il mio…
Un peso dolce e profumato in cui mi abbandono…
Vorrei stare tra le tue braccia per l’eternità,
ma il mattino arriva inesorabile…
strappandomi a te.

Apro gli occhi…
Il mondo è di nuovo caldo e caotico…
La Luna ha lasciato il posto a uno splendido Sole…
Una nuova giornata ha inizio…
Il tuo ricordo mi soffoca…
Due sole parole potrebbero farmi star meglio…
ma dovrò aspettare il tramonto…
Quando il mondo intorno a noi smetterà nuovamente di esistere…
Quando potrò rincontrarti nel mondo oltre le palpebre…
e sussurrarti di nuovo:
“Ti amo”.

[Original Shio]

Un bacio per Biancaneve

Questa storia partecipa al XVI contest non competitivo Raynor’s Hall. Il tema estratto per questo nuovo contest è “Bacio”.

«Un bacio per Biancaneve»

Erano fermi in quella posizione da pochi secondi, ma a Ellie sembrarono secoli.  Continuava a fissare gli occhi verdi del suo amato Manuel in attesa che lui facesse la prima mossa. Sentiva i loro compagni di classe bisbigliare convulsamente, ma non capiva nulla di quello che dicevano, sentiva solo il cuore che, come un pazzo, le martellava nel petto.

Continua a leggere