Coming soon: Complicated Love

Ciao a tutti amici e buona domenica. Non so da voi, ma qui l’estate si preannuncia rovente: si boccheggia!! 😭

Ma nonostante il caldo, io e il mio fedele ventilatore, stiamo lavorando al massimo delle nostre possibilità, soprattutto lui veramente, visto che i miei turni lavorativi, sono ancora parecchio ballerini… 😑 Comunque, sono lieta di annunciarvi la frase rappresentativa del mio nuovo romance: “Complicated Love”. È una frase estratto, quindi è presente anche nel romanzo.

Cosa ve ne pare?

È una cosa difficile da spiegare a parole, è una sensazione, una necessità. Incroci lo sguardo di quella persona e senti che è quella giusta. Non c’è una logica, succede e basta e Adam è la mia persona giusta, ne sono sicuro.

Appena avrò altri aggiornamenti sul nuovo lavoro, ve lo farò sapere. Nel mentre…

Buona domenica a tutti!

Big Kiss.

Shio 😘

Tina Turner – “What’s love got to do with it”.

Scegliere tra le tante della regina della canzone pop internazionale…mondiale, è impossibile, ma quando mi sono interrogata sulla canzone da proporvi stamani, mi è subito venuta in mente questa.
La scoprii tantissimi anni fa, grazie a una serie televisiva americana che vantava davvero una spettacolare colonna sonora con le hit più belle del presente e del passato e, “What’s love got to do with it“, era stata abbinata al mio personaggio preferito: Ricardo Tubbs. (ps: il nome non è un errore, era proprio scritto con una sola “R“).
Qualcuno di voi ha già indovinato di quale serie televisiva degli anni 80 parlo?
Beh, lo rivelerò a fine post, ma i “giovincelli” come me, sono sicura che abbiano già capito. 😉

Comunque, inutile dire che grazie alle scene tratte dalla serie e la canzone deliziosa: il mix è stato così perfetto e unico che, da quel momento, mi sono appassionata anche alla bravissima cantante che, con la sua splendida voce, ha allietato noi fan per decenni collaborando anche alle colonne sonore di alcuni film di successo come “Mad Max”, dove aveva una parte.

Pronti alla full immersion anni 80?

Lei è la grandiosa Tina Turner e, quella che state per ascoltare, la bellissima (per me) “What’s love got to do with it“.
Buon ascolto e buona domenica a tutti ❤


Ah, dimenticavo!!
La serie s’intitolava “Miami Vice”, ma so che tanto l’avevate già capito 😉
Big kiss.

Shio ❤

Qualcosa di cui essere grata

Ciao a tutti, amici.

A volte mi sembra di non dire mai abbastanza di me, di quello che amo e di quello che odio e spesso, guardando alle mie passioni, mi ritrovo sempre con più frequenza a esclamare: “Che fortuna essere nata alla fine degli anni 70!”.

Solitamente il mio mondo si divide in musica, hobby e cinema e, sento di aver conosciuto il meglio da tanti punti di vista. Prendiamo la musica, ad esempio. Le nuove generazioni ignorano gran parte dei migliori gruppi e cantanti del mondo come i Queen, Michael Jackson, Guns n’ Roses, Pink Floyd, David Bowie, Annie Lennox, John Lennon; solo per citarne alcuni tra i grandi, ma la lista è davvero lunga. Persone; vere e proprie icone che hanno dato tanto attraverso la loro musica e, ovviamente, alcuni di loro non ho potuto mai ascoltarli in live, vuoi perché troppo piccola io o perché morti/sciolti troppo presto loro, ma resta il fatto che, la loro leggenda è comunque giunta fino a me.

Stesso discorso può essere fatto per il cinema e la recitazione in generale. Ovvio e tengo a precisare che i gusti sono strettamente personali e, pertanto, variano sensibilmente da persona a persona, ma io ringrazio il mio anno di nascita per avermi permesso di conoscere e vivere nella stessa epoca di Gary Oldman, Michael Sheen, Robin Williams, Michael Weatherly, Julia Roberts, Alan Rickman; e anche qui, il fermo è d’obbligo, ma potrei andare avanti all’infinito. Certo, i citati, non sono miei coetanei, ma quante emozioni mi hanno regalato in tutti questi anni? E quante ancora me ne daranno! Spero tantissime e che vivano il più a lungo possibile. ❤

I libri poi, beh, loro forse sono quelli che più si adattano al passaggio dell’epoche. Ancora adesso è possibile leggere romanzi scritti nei secoli passati come “Il ritratto di Dorian Gray“, “Amore e pregiudizio” o “Dracula“. Storie senza tempo che, attraverso le varie edizioni, arrivano fino a noi riuscendo ancora a farci emozionare. La cosa bella dei libri è che non rischiano di subire i tanto odiati (da me) remake. Loro sono e saranno sempre così. Magari sistemano un minimo l’adattamento o la traduzione, ma ci arrivano quasi completamente come l’autore li aveva scritti e pensati.

Ma passiamo ad altro genere di cose, esempio…

Sono nata nell’era in cui si giocava al telefono senza fili e ora andiamo in giro coi cellulari.

Quando ero bambina, i miei giochi di gruppo con gli altri bimbi del caseggiato, erano “strega tocca color“, “nascondino” o “palla avvelenata“, ma ho anche visto nascere i primi computer e le prime console di videogiochi.

Sono nata nel periodo in cui i cartoni animati giapponesi e poi successivamente i manga, hanno conquistato il mondo e grazie ai quali, ho potuto sognare e vivere mille avventure.

Più guardo a ciò che amo e più adoro l’epoca in cui sono nata. La fortuna di aver visto, sentito, amato storie, persone e personaggi che le generazioni passate e, soprattutto, quelle future non conoscono e difficilmente conosceranno.

Amo il mio mondo e le mie passioni e voi? Siete grati di quello che avete? Di quello che amate? Della vostra conoscenza?

Shio

Ben arrivato, Giugno.

il mondo di shioren

Non ho fatto in tempo a riprendermi dallo shock del rientro lavorativo di metà maggio che già siamo arrivati a giugno!
E’ incredibile come vola il tempo ora che si ha di nuovo una routine da seguire, ma sono sincera, a me la quarantena non dispiaceva affatto. Avrei continuato ancora per un bel po’, ovviamente con la possibilità di uscire di casa come adesso e i negozi aperti… eh, si, lo so, chiedo troppo!

Ho scelto di dare il benvenuto a questo mese di transito tra noi e l’estate con un fiore che amo tantissimo, ma che non ho mai avuto il piacere di toccare con mano, se non attraverso un fioraio che ne aveva alcuni recisi… ma quanto bello dev’essere passeggiare in un campo di Girasoli? Perdersi nel loro profumo, nascondersi al riparo della loro maestosità…
Scusate, oggi sono in modalità sognatrice ❤

Ben arrivato, Giugno! ❤

Shio.

il mondo di shioren


E, per gli amanti del romance e della lettura…
Vi ricordo sempre il mio primo romanzo, in esclusiva solo su Amazon:
L’Altra Me che potete acquistare a cliccando su “ACQUISTA“.

New York di Edward Rutherfurd

“Non si poteva negare che, quando si pensava alle rivolte, alla brutalità, persino ai pregiudizi delle generazioni passate, pur con tutti i suoi difetti, New York, rimaneva un posto di gran lunga migliore di quanto non fosse mai stato nella storia”.

(Gorham Master)

il mondo di shioren
Con questa frase estrapolata dalle ultime pagine di questo lungo e meraviglioso romanzo, vi annuncio che finalmente, dopo quasi un mese di lettura non con cadenza regolare a essere sincera, sono lieta i annunciarvi la conclusione e la conseguente recensione dell’ormai famoso “tomo” che mi ha impegnata per la durata di questa quarantena o quasi…

NEW YORK” di Edward Rutherfurd non è un semplice romanzo, è uno spaccato di storia su una delle città più grandi e meravigliose del mondo. È passato, è vita e vissuto di generazioni di uomini e donne che attraverso le loro esistenze hanno dato voce alla grande mela. Ed è fantastico come Rutherfurd riesca a intrecciare con maestosa sapienza, i componenti di questa famiglia principale, i Master VanDick con altre, amalgamando e fondendole tra loro e gli avvenimenti più importanti che hanno scosso, cambiato e contributo a rendere New York la splendida Metropoli che tutti conosciamo.

Continua a leggere

Conosciamoci un po’…

Ciao a tutti, grazie al tag di alcuni giorni fa, avete avuto una vaga idea di quelli che sono i miei gusti in fatto di cinema, ma per ogni cosa, esistono delle preferenze e così oggi ho deciso di parlarvi di un genere che non affronto quasi mai sul blog, i videogiochi.

Come potrete ben immaginare, il cuore di un appassionato è grande e c’è posto per tutti, anche per questo genere legato al mondo virtuale e non raggiungibile da tutti, ma tranquilli, non voglio annoiarvi con spiegoni e simili. Vorrei solo fare un piccolo elenco personale dove nominerò man mano personaggi e gioco di appartenenza, magari, in alcuni casi, raccontare qualche aneddoto a riguardo, insomma, niente che, un non appassionato, non possa capire. Perché ovviamente non sono così folle e ottimista da pensare che tutti amano o giocano ai videogiochi, no. Ma voglio dirvi perché io lo amo e chi/quali.

Giocare a un videogames è un po’ come leggere un libro o guardare un film, solo più faticoso, ma le emozioni che donano (a parte le incacchiature per non riuscire a superare un determinato livello), sono le stesse. Ovviamente se si gioca ai rpg (conosciuti anche come gdr) e simili.

Continua a leggere

Lettori timidi…

Sono settimane che ho notato una discreta impennata nelle visualizzazioni del blog e tutte a favore dei miei due manga d’esordio: “Sentimenti” e “Brothers”.

Non nego che la cosa mi sorprende e mi fa davvero tanto piacere, ormai pensavo che i miei “bambini di carta” non incuriosissero più nessuno, ma… Miei nuovi, lettori, chi siete? Come vi chiamate? Cosa ne pensate delle mie storie manga del secolo scorso? 😂

Mi piacerebbe davvero fare la vostra conoscenza, per cui vi invito pubblicamente a dirmi la vostra e a conoscerci meglio, ammesso che vi vada, ovviamente.

Io sono qui anche per voi.

A presto e non siate timidi.

Baci baci.

Shio 😘

La forma della voce

+00
Ciao, eccomi di nuovo qui per parlarvi di un film d’animazione molto interessante dal mio punto di vista, “La forma della voce” di Nakao Yamada.

Molto tempo fa, se vi ricordate, ma vi rinfresco io la memoria riproponendovi l’articolo che potete rileggere cliccando QUI, vi parlai di una miniserie manga dal titolo “A silent voice“. Ebbene, “La forma della voce” è il suo adattamento cinematografico.
Non credo sia stato facile racchiudere in poco meno di 2 ore, 7 volumetti di manga, ma devo ammettere che il risultato ottenuto e molto coinvolgente e particolare.

Continua a leggere

Canzoni del cuore: “Guns N’ Roses – November Rain”

Da oggi ho pensato di farvi cosa gradita proponendovi di tanto in tanto, le canzoni e i video che, a me, hanno dati emozioni uniche.

La prima della lista, non poteva non essere la meravigliosa “November rain”. Se non la conoscete, ascoltatela, lasciatevi catturare dalla musica, dalla voce di Axel Rose e dal canto armonioso della chitarra di Slash

Buon ascolto ❤

MAQUIA – DECORIAMO LA MATTINA DELL’ADDIO CON I FIORI PROMESSI

il mondo di shioren

Ciao a tutti!
Ho appena finito di vedere questo film di animazione e non ho resistito alla tentazione di parlarvene, perché davvero bellissimo!! Ho pianto come una fontana, lo ammetto e penso che non sia stata l’unica vedendolo.
“Maquia”, così lo chiamerò per comodità, è un anime a tematica fantasy. Un mondo dove creature mitologiche e umani convivono separati solo da quel velo chiamato “mito” o “leggenda”; ma che saprà incantare fin dalle prime immagini.

Continua a leggere