Miyo – Un amore felino.

Buona domenica amici, come state?
Spero tutto bene. Io non mi lamento, è ricominciata la solita routine e si ritorna a districarsi tra le varie incombenze della vita: un virus intestinale di lì… un po’ di sano mobbing di là… insomma, il solito, dai! 😂Ma non parliamo delle solite, tristi, sfighettine, oggi parliamo di anime, anzi, di film d’animazione!

Miyo un amore felino è un film del 2020 disponibile su Netflix e narra le vicende della giovane Miyo, divisa a metà tra i sentimenti che porta nel cuore e la maschera che è costretta quotidianamente a indossare davanti alla sua famiglia e a scuola.

Affascinante tema quello delle maschere, non trovate?

Quanti di noi sono spesso costretti a fare buon viso a cattivo gioco?

Quanti si ritrovano spesso a dover sorridere mentre dentro stanno andando in pezzi?

Ecco, questo è ciò che sta accadendo alla nostra protagonista, ma prima di tutto, eccovi il trailer del film. 😊

Cosa ne penso…

Il film risulta da subito gradevole anche grazie a una splendida animazione con coloro molto vividi a cui ormai gli anime di nuova generazione ci stanno abituando. La storia poi era davvero graziosa e mi sono ritrovata a simpatizzare molto con Miyo e il suo smarrimento interiore, stesso discorso vale per Hinode, ambedue si portano dentro un tipo di sofferenza che ho provato e che ho percepito molto vivida. La parte che un po’ mi ha smontata è stata quella nella città dei gatti… troppo lunga.

***ATTENZIONE SPOILER***
La lotta per liberare Miyo dalla maledizione del gatto è stata davvero troppo allungata appesantendo di molto la parte finale del film, si poteva ridurre il tutto a cinque minuti, dieci, di film e invece a me è sembrata durasse ore, soprattutto se si pensa al modo in cui è stato poi sconfitto lo spirito “cattivo” del gatto, davvero molto semplificato e pertanto risolvibile in molto meno tempo, ma si sa, sono scelte da parte del regista o dell’autore e vanno rispettate. ^_^
***FINE SPOILER***

Tornando alla parte leggibile della recensione, mi sento comunque di consigliare questa pellicola che in un’ora e quaranta circa, riuscirà a catapultarvi nel cuore di due adolescenti spaccati a metà tra i sogni che custodiscono nel cuore e i desideri e l’egoismo degli adulti che gli stanno intorno e che ahimè spesso non coincidono. Miyo – Un amore felino è una storia dolce, ma folle al tempo stesso. Delicata ma anche per certi versi violenta, psicologicamente violenta, che potrebbe indurre anche a diverse riflessioni soprattutto far interrogare lo spettatore su quanto può celarsi dietro un sorriso. Sì, noi adulti spesso lo sappiamo perché l’abbiamo sperimentato sulla nostra pelle, ma non riusciamo a vederlo negli altri perché troppo concentrati sui nostri problemi e poi, nessuno bada all’umore di un’adolescente perché notoriamente instabile: “E’ l’età”, non si dice forse così? Io sono stata spesso vittima di questa frase e della mancanza di empatia dimostrata dal mondo che mi circonda, per cui ho subito legato con la piccola Miyo e il vuoto che si portava dentro.

Consigliato ♥


Pubblicità

Acquisti librosi

Giuro che ero uscita a cambiare il vetrino del cellulare, poi, una Feltrinelli ha osato intralciare il mio cammino, sfidandomi…

Foto personale

Non ho avuto altra scelta, capite? 😂

E anche se ho così tanti libri da leggere da ripopolare di alberi una foresta, non ho resistito! 🙈
E poi non si può scrivere senza leggere.
La lettura è una base fondamentale nella formazione di uno scrittore.
Non siete d’accordo? 😏❤️

Leggere è bello e da dipendenza… 😅

A proposito di scrittura: la terza revisione del testo è quasi completata….

Non dico nulla per scaramanzia, ma ragazzi, incrociate tutti le dita con me per favore!  🤞🤞🤞❤️

Buon weekend a tutti! ❤️

Anna -Shio- Esse 🥰

Piccole gioie

Come sapete, tra le mie tante passioni, c’è anche il disegno che è stato brutalmente messo nell’angolo dalla mia malattia agli occhi, ma questa “balenga” (come diremo qui in Piemonte), non è una presenza costante, a volte è appena un fastidio che quasi non ci badi, altre, è così presente che ti viene da piangere solo a tenere gli occhi aperti e a osservare come il mondo intorno a te è distorto dai suoi sintomi.
Tutto questo, finché non si manifesterà in modo serio e poi… ciaone!
Ma non voglio parlarvi di queste brutte cose tristi, oggi voglio condividere con voi una piccola gioia!
Ieri ho pubblicato su Twitter il mio disegno colorato con gli acquerelli: i miei occhi non erano particolarmente capricciosi e la mia mano era abbastanza ferma così mi sono cimentata dopo anni che non tenevo in mano un pennello e ho postato il tutto. Essendo una fan art di Good Omens, ho taggato il buon Sheen che ha commentato il mio disegno mandandomi in arresto cardiaco per una manciata di secondi! xD

Ecco il disegno incriminante, spero vi piaccia. ❤

Aziraphale – Good Omens

Potete trovare il testo del tweet cliccando su: “tweet al cardiopalma“. x°D

Buon inizio settimana a tutti.

Big kiss.

Shio ❤

Questo mondo mi fa paura!!

ImmagineOggi ho letto dell’ennesima morte ai danni di animali innocenti per mano dell’uomo anche perché, diversamente un altro animale prenderebbe a bastonate un suo simile fino a spezzargli il collo. L’accaduto a cui faccio riferimento è avvenuto nel parco di Recoaro, in provincia di Vicenza dove un cigno maschio reale è stato trovato privo di vita.
Eccovi il link dell’accaduto:

<<Cigno reale ucciso a bastonate>>

e ancora:

<<A Genova>>

Continua a leggere

Notre-Dame

Come spesso ho detto in questo blog, io sono molto legata a Parigi e ieri quello che è successo mi ha scosso profondamente. Ero scioccata e incredula come tantissime persone. Mi chiedevo chi avesse mai potuto compiere un atto così vile e barbaro nei confronti di un pezzo di storia… un pezzo di cuore non solo francese, ma mondiale. Purtroppo queste mie domande non hanno ancora una risposta e non entro in merito, sono cose che non mi competono.

Ho visitato Parigi diverse volte e sono stata a Notre-Dame almeno 3 volte e, in una in particolare, salii fino alla sala delle grandi campane e ammetto che l’emozione fu immensa. Ero così estasiata da cancellare la fatica si aver salito tutti quei gradini, perché a me Parigi faceva questo effetto: non c’era fatica o rampe di scale che mi demotivavano quando su trattava di girare per quella magica città. Si, perché lei è stata la mia prima metà quando sono riuscita a fare un viaggio da sola. Parigi ha rappresentato il mio nido d’amore, la mia libertà…la mia felicità.

Ognuno di noi ha visto in quelle immagini qualcosa. Io ho pensato istintivamente all’incendio che ha devastato il Duomo di Torino nel 1997, dove la Sacra Sindone fu salvata per miracolo da un gruppo di pompieri che restano i veri eroi in queste tragedie/calamità e non smetterò mai di ringraziarli dal profondo del cuore per quello che fanno ogni giorno per il nostro bene. Ognuno di noi… ha un suo pensiero a riguardo di quello che è successo, ma ieri, alcuni commenti sui social mi hanno davvero fatto saltare i nervi. Sono sempre stata dell’idea che c’è del buono in ognuno di noi…ma purtroppo, sempre più spesso, mi rendo conto che il genere umano è sempre più ipocrita, meschino, subdolo… Tralasciando quelli che commentavano manco fossero degli esperti d’arte dicendo praticamente che, essendo crollata la parte più recente, non era poi così grave… mah. Oppure coloro che asserivano un semplice: non me ne frega niente… ma quelli che gioivano e inveivano contro il giornale satirico diventanto ormai famoso per colpa dell’attentato terroristico? Anche perché, siamo onesti, chi lo conosceva prima di quel fatto?

Gente che vedeva in quel rogo il segno di una vendetta per quello che Charlie Hebdo aveva pubblicato dopo i terremoti di Amatrice o il crollo del ponte Morandi…ma stiamo scherzando? Ma che cosa avete al posto del cuore???

Gente che criticava persone come me che seguivano gli avvenimenti col cuore in gola, dicendo che quel tipo di reazione si doveva avere davanti a un barbone e non a un edificio che brucia…

Ma queste persone ce l’hanno la sensibilità? Sanno cos’è l’amore e l’empatia? O forse sono così ignoranti da non comprendere la bellezza e l’importanza di edifici come Notre-Dame?

È bello parlare così per farsi fighi sui social.

È facile giudicare, riempirsi la bocca di tante belle parolone, ma poi nello specifico queste persone cosa fanno? Volontariato? Carità? Ci credo poco. Chi parla in quel modo ha il cuore così arido da non riconoscere neanche il proprio riflesso davanti a uno specchio! Sono il peggio del peggio. Non è necessario essere religiosi o credenti per comprendere che quello che si è consumata ieri è stata una tragedia da ogni punto di vista.

A me si è spezzato il cuore esattamente come in qualsiasi altro evento traumatico avvenuto in questi ultimi decenni. Il mio primo pensiero è stato chiedere a chi mi aveva dato la notizia, se ci fossero vittime, perché sono conscia di quante migliaia di persone, ogni giorno, visitano la cattedrale…ma poi è rimasto lo strazio di assistere impotente a un pezzo di cuore che andava in cenere.

Ognuno ha il diritto di esprimere la propria opinione esattamente come ora sto facendo io, ma leggere di tanta cattiveria, superficialità, ipocrisia, odio, stoltezza… mi fa sempre più vergognare di appartenere al genere umano. La creatura più intelligente del pianeta, dicono… scusatemi ma, soprattutto in questi casi, ho dei seri dubbi.

Notre-Dame non è ancora al sicuro al 100%, ora è in attesa di una revisione per pericolo crolli: speriamo bene.

Shio

Buonanotte, Punpun

Ciao a tutti, dopo tanto, vi parlo di nuovo di manga e lo faccio con un titolo che mi ha letteralmente fatto fare su e giù sulle montagne russe dopo essermi fatta di acidi! (si dice così, ma io non ho mai provato l’ebrezza, sia chiaro <.< ).

il mondo di shioren

Ebbene, ho incominciato a leggere questo manga perché fan di Inio Asano e, nonostante fossi psicologicamente pronta alla sua particolare “visione del mondo”, devo ammettere che, in questo caso mi ha un po’ delusa.

La trama ufficiale, quella fornita dal sito wikipedia è questa:
“La storia ruota attorno ad un bambino (sebbene stilizzato sotto forma di un uccellino)[3] di nome Punpun Punyama (プンプン プン山?), della madre (プンプンママ プン山?), del padre (プンプンパパ プン山?) e dello zio materno Yuichi Onodera (雄一 小野寺?). I volumi analizzano la maturazione scolastica, psicologica e sessuale di Punpun assieme alle vicende che i vari familiari affrontano nel corso degli anni”.

~ ATTENZIONE, DA QUI SI PARTE CON GLI SPOILER, PER CUI, SE NON VOLETE ROVINARVI NULLA, NON LEGGETE!!! ~

Continua a leggere

L’emozione di un attimo, il risveglio da un incubo.

Ciao a tutti, ieri ho provato sulla mia pelle cosa si prova a essere presi in giro da qualcuno che si finge un’altra persona col risultato che oggi, sinceramente, mi sento ancora un pochino disagiata e triste per essere stata così stupida da cascarci. Ho provato a mettere in versi l’emozioni provata ieri e questo che segue è il risultato.

ghirigori-alice

Continua a leggere

Io & lo Yogurt…

il mondo di shioren Ciao ragazzi, oggi voglio raccontarvi la mia personale esperienza con questo alimento amato da molti, ma che ai miei occhi è l’equivalente di un alieno.
Di solito sono una consumatrice di yogurt occasionale, cioè vado molto a periodi e punto su quelli magri con frutta, per una questione di calorie/grassi/zuccheri e fin qui direi che non c’è niente di strano, ma… voi avete mai provato a scegliere uno yogurt al supermercato?

Continua a leggere

Buoni “Blog”Propositi per l’estate!

Ciao a tutti,

come avrete notato, in questi giorni sto principalmente pubblicando tag, ne ho accumulati tanti e poi in questo momento mi è impossibile accedere al materiale da pubblicare perché mi è esplosa la stanza x°D
Proprio così, qualche giorno fa ho avuto la brillante idea di cambiare la disposizione dei mobili per creare altro spazio per i miei manga e le mie action, ma alla fine mi sono ritrovata a dover fare i conti con un errore di calcolo…una piccola, minuscola, malefica mattonella in meno ed ho dovuto rispostare tutto com’era col risultato che alla fine le robe che erano all’interno della stanza non entravano più T.T
Vi capita mai di spostare degli oggetti e poi quando vai per rimetterli, improvvisamente non entrano più nello stesso spazio? A me spesso ed è da 2 giorni circa che vivo il dramma del: “dove cacchio la metto questa roba????” TOT

il mondo di shioren

Ecco lo stato attuale della mia scrivania dopo lo tsunami shio ToT  e pensare che di solito sono abbastanza ordinata…più o meno ç_____ç

Bene, ora sapete tutto. Non ho neanche lo spazio per disegnare ed il disegno del prossimo Angolo del disegno, che era in fase di realizzazione, ora è sommerso da un coltre di fogli e carte da controllare ed archiviare, insomma un incubo! xD
Ma non disperate gente! La vostra Shio tornerà attiva più che mai nei prossimi…giorn…mes…ehm…boh xD  No, scherzo! Datemi ancora qualche giorno e rincomincerò le attività in maniera concreta ^_^
Posterò l’epilogo di Sentimenti, inizierò Brothers, continuerò Chasing you questo per quanto riguarda i manga, per i racconti porterò avanti La guerra del re ed Eden con le relative schede personaggi che sono ancora in fase di realizzazione, poi non mancheranno gli articoli/recensioni su manga vecchi e nuovi, sui mangaka e chi più ne ha più ne metta!
Insomma la voglia c’è tutta e voi ci siete?
Restate sintonizzati, il mio mondo è sempre in evoluzione ed non chiede altro di potervi accogliere con un caldo abbraccio fatto di parole, emozioni e storie…

A presto 🙂

Shio ❤