Pensiero da scrittore #9: riflessione personale.

La passione per qualcosa è difficile da spiegare a parole. Che si tratti di scrittura, lettura o qualsiasi altra forma d’arte o intrattenimento creativo, quello che alla fine ci comunica ci resta dentro in modo indelebile, permanente. Diventa qualcosa di intimo, di personale che a prescindere dai risultati, non puoi e non vuoi lasciare andare.

Non sarò mai l’autrice preferita di nessuno, ma non smetterò mai di provare ad esserlo!

Cercherò sempre, con le unghie e coi denti, di guadagnarmi il mio posto nel mondo, nel tuo mondo da lettore e nella vita in generale, perché quando una passione arde, non puoi fermarla, ma solo abbracciarla a farla tua al massimo delle tue potenzialità.

Anna Esse

Pubblicità

Thanks

[to M.S.]

Sei il sorriso che a oggi mi manca.

Sei la sorpresa che fa fremere il mio cuore stanco.

Sei la scusa che mi racconto per giustificare le lacrime che bagnano il mio viso.

La Luna mi è testimone…

Il Sole mi abbraccia complice, donando un senso di quiete e pace alla mia anima straziata…

Al mio amore impossibile…

Al mio desiderio di averti.

Un gesto, un sorriso, una carezza… non chiedo altro.

Solo una conferma che sto davvero esistendo, che non sono invisibile e che il mio canto d’amore, è infine giunto a te che sei il suo unico spettatore designato.

Mi vesto di luce d’argento, la Luna lascia il passo all’alba… Un nuovo Sole sorge abbagliandomi o forse, è solo il tuo sorriso che mi scalda il cuore.

[Original Shio]

Citazione #27

Se solo mi fossi avvicinata prima a lui…
avrei potuto sentire il calore del suo corpo.
Se gli avessi rivolto prima la parola…
avrei potuto conoscerlo più a fondo.
Forse si sarebbe anche accorto dei miei sentimenti e magari un giorno sarebbero arrivati al suo cuore.
Takahashi…
Vorrei tanto poterti toccare.


[Kisaragi – Mondo Trasparente]

Voglio mangiare il tuo pancreas. (anime)

il mondo di shioren

 

Ciao a tutti! E rieccomi a parlare di questa storia dal titolo inquietante, ma dal significato intenso… ovviamente, se si conosce la storia, appunto.

Tempo fa, in questo articolo “Voglio mangiare il tuo pancreas – manga“, vi avevo parlato del manga e delle mie emozioni/perplessità a riguardo, ripromettendomi di riprendere in mano l’argomento, non appena fossi riuscita a vedere la versione cinematografica e quindi, eccomi qui. ❤️

 

Continua a leggere

Risvegli

il mondo di shioren

 

Con questo film, ho scoperto il lato drammatico di Robin Williams.
“Risvegli”, classe 1990, di Penny Marshall, è tratto dal libro scritto dal dottor Oliver Sacks ed è basato su esperienze e ricordi vissuti realmente dal neurologo inglese durante la sua esperienza come medico. Per chi non lo conoscesse e/o ricordasse, eccovi il trailer che, già solo lui, fa venire una gran voglia di vederlo!

Continua a leggere

Voglio mangiare il tuo pancreass

Ciao a tutti amici cari e ben ritrovati!

Riprendere dopo la pausa estiva, non è mai facile e, solitamente, si hanno così tante idee che non si sa mai da dove incominciare, così ho deciso di farlo dalla mia grande passione: il cannibalismo!! 😂

No, vabbé, scherzo, ma ho immaginato che, in molti saranno stati perplessi leggendo il titolo del post e ho voluto prendervi un po’ in giro. 😉

il mondo di shioren
Voglio mangiare il tuo pancreas” è, ovviamente, il titolo di un manga. Un manga tratto dal romanzo di Yoru Sumino e disegnato da Izumi Kirihara. Appartiene al genere seinen e non potrebbe essere diversamente vista la drammaticità della storia.Difatti, anche se l’età dei protagonisti è molto giovane e lo scenario in cui si svolge la storia è prettamente scolastico, “Voglio mangiare il tuo prancreas”, parla di un tema molto serio e, purtroppo, sempre attuale: la malattia.
I protagonisti di questa storia sono Haruki Shiga, un ragazzo introverso e solitario e la sua compagna di classe Sakura Yamauchi che, al contrario di Haruki, è allegra e piena di vita. Continua a leggere

Mai dare nulla per scontato…

A volte succede che vedi quotidianamente qualcuno dando la sua presenza quasi come una cosa scontata, eppure ti rendi conto di vederla davvero, solo nel momento in cui sai di averla persa.
Per anni ho lavorato nella stessa struttura di una persona, ci incrociavamo spesso all’ingresso: lui che andava a casa e io che prendevo servizio. A volte scappava un saluto, altre volte l’indifferenza più totale, eppure non mi ero mai posta il problema che un giorno avrei potuto non incrociarlo più.6027ddf0c37ad4dbc07982e1a0651b51
Oggi era il suo ultimo giorno di lavoro, un mese fa ho scoperto che il mio cuore iniziava a battere in modo differente ogni volta che lo incrociavo… avrei voluto avere l’occasione di conoscerlo, di parlarci… ma la mia timidezza mi ha tolto ogni possibilità…
Avrei voluto poter prendere almeno un caffè con lui, fargli conoscere la vera me stessa e non quell’involucro spento avvolto in una divisa enorme e perennemente di corse, avrei… I rimpianti non fanno mai bene, lo so e ormai non lo rivedrò mai più eppure, mi mancherà la sua presenza all’interno della fabbrica.
Mi mancherà il non poterlo più salutare…
Era uno dei motivi per cui ultimamente sorridevo al lavoro, adesso e quello che mi ha fatto versare le mie più recenti lacrime…

Buona fortuna mio piccolo pezzo di cuore che sei andato via con lui…
Proteggilo e abbine cura al posto mio…
Veglia sui suoi sogni…
Osserva il suo cammino e, semmai dovesse cadere, aiutalo ad alzarsi…

Buona fortuna Angelo.

Addio.

 

Inktober #22 – Expensive

Buon lunedì e buon inizio di settimana amici! Oggi sono stranamente puntuale con l’inktober, da non crederci, eh? 😉

Il tema di oggi è Expensive (Costoso) e il mio disegno vuole in parte essere una mini critica nei confronti di tutte le cose costose e inutili che spesso ci propina la tv o la società e a cui molti abboccano per stare al passo coi tempi.

Si fa per ridere, ovviamente 😉

Trovato!/Found!

Ci sono momenti come ora, in cui il silenzio mi avvolge,
la Luna mi scruta con suo sorriso felino e io mi chiedo quando tutto questo è incominciato…
Da quando ogni istante della mia vita è in funzione di te?
Da quando ogni mio pensiero, respiro, attimo è rivolto alla tua figura, al tuo ricordo?
Sentire il petto colmo di amore intenso che sembra voler esplodere, mentre le lacrime mi salgono agli occhi mosse dalla tua bellezza…
Cosa me ne faccio di tutto questo amore?
Come posso far in modo che arrivi a te?
Questo pensiero mi accompagna in ogni istante e,
ogni volta,
vengo rapita dalle idee più improbabili…
Mi rinchiudo in un mondo immaginario dove io e te viviamo nella stessa città
Dove incontrarti è facile come respirare poi, però, mi accorgo che non è poi così…
perché al tuo pensiero,
il mio cuore perde un colpo…
Alla tua vista,
mio respiro mi si blocca nei polmoni…
E comprendo che non esiste cosa facile a questo mondo come nell’altro…
Ma finché tu sei lì fuori…
Finché so che sarai lì oltre questo muro fatto di sogni e speranze, io continuerò a desiderare di poterti abbracciare un giorno…
di poter appoggiare il viso su quel petto ampio,
Respirare il profumo della tua pelle attraverso i vestiti,
Sentire il battito del tuo cuore e accorgermi che è identico al mio…
Poter accarezzare il tuo viso perfetto dai tratti dolci e sensuali…
E sussurrarti: “Ti ho trovato”.

[Original Shio]

ghirigori

There are moments like now, when the silence envelops me, the Moon searches me with her feline smile and I wonder when all this has begun …
Since when every moment of my life is in function of you?
Since when all my thoughts, breath, moment is turned to your figure, to your memory?
Feel the chest full of intense love that seems to want to explode, while the tears rise to the eyes shaken by your beauty …
What do I do with all this love?
How can I make it happen to you?
This thought accompanies me in every moment and every time I think I am kidnapped by the most unlikely ideas …
Come up with unprofitable plans …
I lock myself in an imaginary world where you and I live in the same city
Where to meet you is as easy as breathing then, however, I find that it is not so …
because at your thought my heart loses a blow …
At your sight, my breath hangs in my lungs …
And I understand that there is no easy thing in this world as in the other …
But as long as you’re out there …
As long as I know you will be there beyond this wall of dreams and hopes, I will continue to hope to embrace you one day …
to be able to rest my face on that broad chest,
Breathe the scent of your skin through your clothes,
Feel the beating of your heart and realize that it is identical to my …
Being able to caress your perfect face with sweet and sensual features …
And whisper: “I found you”.

[original Shio]

Sakuragari – All’ombra del ciliegio –

Ciao a tutti, ieri è di nuovo saltato l’angolo del disegno e mi scuso per questo, ma ahimè le mie collaboratrici sono impegnate con progetti universitari che ovviamente, hanno la precedenza su tutto, quindi ho pensato proporvi un lettura “particolare” per i palati non solo raffinati, ma anche di larghe vedute. Il manga di cui vi vado a parlare oggi appartiene al genere “yaoi” ossia un fumetto in cui al suo interno vi è una storia a tematica omosessuale e, nel caso dello yaoi, si parla di amore tra due uomini (tra due donne si dice “Yuri”).

Il titolo è Sakuragari della bravissima Yuu Watase.

 il mondo di shioren

Continua a leggere