“Stay another day” – East 17

Immagino che il 99% di voi non sa neanche chi siano gli East 17…

Ebbene loro sono apparsi sugli schermi di MTv quando avrò avuto più o meno sedici/diciassette anni. Erano gli anni 90, gli anni delle boy band e il mondo impazziva per i Take That… Già vi sento: Take che? hahaha, lasciamo stare 🤣 (Ovviamente vi sto prendendo anche un po’ in giro, anche perché dubito che davvero nessuno sappia chi siano, dovrebbero almeno averne sentito parlare dai genitori, zii…nonni forse? 🙄)

Comunque gli anni 90 sono stati gli anni più importanti per i gruppi musicali conosciuti come “boys band” che hanno fatto letteralmente da apripista a gruppetti ormai super lanciati e anche in parte spariti dal panorama musicale mondiale e non.

Questo gruppo, gli East 17, non era proprio tra i più conosciuti, non come i Take That appunto o i Backstreet boys, Boyzone o gli NSYNC. Erano più di “nicchia” se così vogliamo definirli, ma non per questo da meno. Io li adoravo ad esempio!

Quella che vi presento oggi è una delle mie preferite del gruppo. In verità esistono due video di questa canzone, ma questo è quello che più adoro, quello con le fasi della registrazione, dove i componenti sono più naturali, ridono e scherzano tra loro. Questo video, insieme a quello di Notthing else matters dei Metallica, mi sono sempre piaciuti un sacco per questo senso di “dietro le quinte”.

Ma basta chiacchiere! E’ ora di ascoltare e scoprire o riscoprire un gruppo che ha fatto cantare i vostri nonni! O Zii o genitori… insomma un parente che li conosce ci sarà, ne sono sicurissima!! 🤣

Buon ascolto, loro sono gli East 17 e questa è la bellissima Stay Another Day, classe 1994 (Dio, sono proprio vecchia!! 😅)

Pubblicità

14 pensieri su ““Stay another day” – East 17

  1. Mi piacevano, ho alcuni loro CD tra cui il “best of”. Ne hanno fatte parecchie di belle, se ascolti il best è tutto un “ma dai!” “che bella” e “me la ricordo”.
    Si sono persi un po’ a causa della voglia di carriera solista di Toni Mortimer, e dei problemi personali di Brian Harvey.
    Anche se l’era delle “boy band” stava comunque tramontando.

    Piace a 1 persona

  2. Oh, gli East 17… eh sì, me li ricordo!
    Gli anni ’90 sono stati quelli dei boys band (anche con qualche equivalente femminile), poi si sono inventati Tokio Hotel, BTS e qualche altro, ma il fenomeno rimane lo stesso. Forse gli East 17 avevano più cose da dire e non avevano la data di scadenza già prefissa.
    Vedo che vari lettori non li conoscono, sarà forse perché sono troppo piccoli… mi sento come Kranky Kong.

    Piace a 1 persona

    • Allora siamo in due, perché anch’io spesso mi sento come lui 🤣
      Hai detto bene, loro probabilmente avevano più cose da dire, nessuna data di scadenza (difatti mi sembra siano ancora attivi), e probabilmente non erano stati costruiti a tavolino come molti in quel periodo e come ancor tutt’ora accade per alcune band. Loro sembravano più genuini, ma forse era solo la mia immaginazione. 🙄

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...