24 ore, non bastano!

Ciao ragazzi, è tanto che non mi faccio più viva, ma è come se avessi perso il controllo della situazione chiamata “vita”.

A voi capita mai di essere così oberati di cose da fare che non vi basta la giornata? Di vivere sentendovi perennemente l’acqua alla gola? A me sta succedendo nell’ultimo mese. Sono più stanca, spossata e spesso mi strascico districandomi malamente tra la casa, le visite mediche da organizzare e che non finiscono mai e il lavoro fuori casa. Non riesco più a trovare una quadra che mi permetta di fare tutto seppur in piccole razioni. Avrei dovuto pubblicare il nuovo romanzo quasi una settimana fa, eppure sono ancora in fase di revisione perché la sera che torno da lavoro, sono così stanca che non riesco a concentrarmi come dovrei e questo mi provoca frustrazione.

Forse ho perso le mie qualità”multitasking” o, più semplicemente, sto invecchiando… Chissà.

Vi prego di essere sempre tanto pazienti con me, lo chiedo anche agli altri blogger che non vedono una mia apparizione tra le loro pagine da settimane ormai… Scusatemi, sono un vero disastro! 😖😓

Vi abbraccio con tutto il cuore.

Shio, la latitante. 😓

Pubblicità

Un anno…

Oggi L’Altra Me, spegne la sua prima candelina: mi sembra ieri eppure è già un anno che la mia storia, che i miei bambini: Melanie, Michael, Kimberly e Karen sono venuti al mondo per farsi conoscere da quante più persone possibili.

Buon primo anniversario, piccolo tesoro mio, nato da un grande dolore ma che è stato in grado di donarmi tanta felicità.

Continuate ad amare.

Shio

Positività.

Cercare il lato positivo in ogni cosa è importante, oltre che per una questione di sopravvivenza, anche per rendersi conto di quanta bellezza c’è intorno a noi che, ormai ciechi dalla vita frenetica di ogni giorno, la diamo molto per scontato.

Lo so che detta da una che non dorme ormai da 3 notti e che ieri, al culmine dell’esasperazione, ha avuto una crisi di pianto, è poco credibile, ma capita. Siamo umani e un momento”down” può colpire chiunque, ovvio che, se la cosa persistente, meglio consultare un medico! 😂😉

Stamani ero in centro città per una visita medica così, dopo mesi, mi sono potuta godere un piccolo scorcio di Torino che, seppur ci abito da una vita, non la conosco mai abbastanza…

Mi piacerebbe condividere queste foto con voi, spero apprezzerete.

C’è tanta bellezza intorno a noi… E, la mia Torino, è bellissima… Almeno per me! 😉

Buona giornata.

Shio ❤️

9/11: I don’t forget!

Ogni anno ci tengo a ricordare questa data.
E’ un ricordo forte.
Vivido.
Che non posso e non voglio dimenticare affinché, chi verrà dopo di me, potrà preservarne la memoria attraverso le parole riportate da altri… da noi che, l’11 settembre l’abbiamo vissuti impotenti davanti a uno schermo televisivo, da chi ha visto la vita dei propri cari spegnersi in modo così assurdo e tragico e, da chi, nonostante fosse lì, non fu in grado di salvare nessuno.

L’11 settembre, come l’Olocausto è una data… un avvenimento storico che non va e non deve essere dimenticato.

Io c’ero e ricordo…
E voi?

Shio.

Thanks

[to M.S.]

Sei il sorriso che a oggi mi manca.

Sei la sorpresa che fa fremere il mio cuore stanco.

Sei la scusa che mi racconto per giustificare le lacrime che bagnano il mio viso.

La Luna mi è testimone…

Il Sole mi abbraccia complice, donando un senso di quiete e pace alla mia anima straziata…

Al mio amore impossibile…

Al mio desiderio di averti.

Un gesto, un sorriso, una carezza… non chiedo altro.

Solo una conferma che sto davvero esistendo, che non sono invisibile e che il mio canto d’amore, è infine giunto a te che sei il suo unico spettatore designato.

Mi vesto di luce d’argento, la Luna lascia il passo all’alba… Un nuovo Sole sorge abbagliandomi o forse, è solo il tuo sorriso che mi scalda il cuore.

[Original Shio]

L’Altra Me: luoghi.

Uno dei tanti luoghi che fanno da contorno agli avvenimenti importanti narrati nella storia di Melanie, Kimberly e Michael è Central Park.
Come ben sapete, L’Altra Me, è ambientato tra i vari quartieri di New York, passando da Tribeca a Manhattan fino a spostarsi fuori città, ma Central Park diventa testimone di molti fatti importanti nella storia come il primo incontro tra Melly e Michael oppure il ristorante dove i due si danno infine appuntamento, il Loeb beathouse.
Lo sapete che quel locale esiste sul serio e veramente è stato il set di molto film cinematografici?
Io l’ho scoperto durante le mie ricerche per la stesura del romanzo.
Ecco alcune immagini di questi luoghi così belli e suggestivi affinché possiate immaginarli più nitidamente quando leggerete il romanzo.
Spero vi piacciano:

Central Park (immagine fornita da Google)
Interno del Loeb Beathouse (immagine fornita da Google)
Loeb Beathouse in notturna (immagine fornita da Google)

Per tutti coloro che fossero interessati, il mio romanzo, “L’Altra Me“, è disponibile in esclusiva Amazon, ma reperibile anche in altri store, al costo dell’ebook di € 0.99.
E’ disponibile sia in formato ebook sia in cartaceo ed è GRATIS per gli iscritti a Kindle Unlimeted.
Per acquistare o leggere l’estratto, potete cliccare direttamente su questo link: https://amzn.to/34olMTt

Buona lettura e non dimenticatevi di farmi sapere le vostre opinioni, potete trovare tutti i miei contatti sia in fondo all’ebook, sia sul blog sotto la voce menù: Contatti.

Buona giornata.

Shio ❤

Segnalazione librosa #2

Dopo Havel, mi è giunta una nuova richiesta di segnalazione e, dato che non credo di far nulla di male anzi, sono sempre pronta ad aiutare il prossimo, eccomi qui a segnalarvi una nuova uscita librosa. Questa volta non conosco l’autrice, non credo frequenti il blog ma che, come me e tanti altri scrittori più o meno in erba, alla ricerca di un posto da cui lanciare la sua creatura di carta:
Colori” di Giulia Previtali.

Titolo: Colori.
Autore: Giulia Previtali.
Genere: Romanzo introspettivo.
Data d’uscita: 13/07/2020.
Num. Pag.: 95
Casa Editrice: Tulipani Edizioni
Costo ebook: € 1.99
Costo Cartaceo: € 11.40
GRATIS per gli iscritti a Kindle Unlimeted.
Per acquistare Colori o leggere l’estratto, cliccate sulla parola: “ACQUISTA” e vi si aprirà la finestra Amazon, ma l romanzo è in vendita su tutte le piattaforme.

Sinossi:
Colori è la storia di Ginevra, di una ragazza che controlla sua esistenza e ciò che la circonda col cibo, stingendo al petto i chili che la bilancia segna. Ogni volta. Ogni peso. La sua coscienza è sempre accesa, ma il bisogno di monitorare i suoi (chilo)grammi è la forza che le permette di affrontare il male maggiore. Intorno a lei c’è il suo ragazzo, i suoi amici, la sua famiglia e il suo medico…le sue esperienze. Colori è un messaggio potente, un urlo di disperazione, un miraggio di speranza in un tunnel che sembra senza fine.

Un sincero in bocca al lupo a Giulia Previtali e al suo “Colori”.

L’Altra Me di Anna Esse.


Infine vi ricordo, come sempre, che anche la sottoscritta ha scritto un romanzo: “L’Altra Me” e che potrete trovarlo in esclusiva Amazon a questo link: https://amzn.to/34olMTt sia in formato ebook, sia in cartaceo e, soprattutto GRATIS per gli iscritti a Kindle Unlimeted.
Se siete alla ricerca di un romance un po’ fuori dal solito, L’Altra Me fa al caso vostro.
Lasciatevi coinvolgere dal rapporto conflittuale delle gemelle Bessons e dell’amore impossibile di quest’ultima con l’uomo dei suoi sogni incontrato nella splendida e caotica New York.

Big Kiss.

Shio.

Rispetto…

Letto così, il titolo mi fa venire alla mente una vecchia canzone di Zucchero, chi se la ricorda? hahaha, ma non è questo il tema del post.
Questo che state per leggere, è solo una mia riflessione personale su come la gente a volte apre bocca con troppa superficialità dando giudizi.
Che sia chiaro, tutti abbiamo diritto a un giudizio personale che, deve essere rispettato a priori. Non esiste che qualcuno mi debba aggredire verbalmente solo perché la penso in modo diverso rispetto al mio interlocutore, ma trovo che a volte, si sputi sentenza troppo alla leggera.
Spesso, mi capita di cercare notizie in giro prima di vedere una serie tv o acquistare un videogioco, un film, un libro, un manga… insomma, prima di qualsiasi passo che mi condurrebbe a spendere del denaro e penso che sia così per la maggior parte di noi.
Ora, non mi aspetto un giudizio “tecnico” da chi non è del settore anche perché spesso, i giornalisti/critici, sono più incompetenti della “massa”, no, quello assolutamente no, ma un briciolo di rispetto anche nel formulare un giudizio, soprattutto se è negativo, quello sì, mi piacerebbe averlo.
Bollare un opera, che sia scritta, visiva o in qualsiasi altra forma, come “merda” o “spazzatura“, beh… scusate ma mi duole il cuore, perché dietro quella “merda”, come dicono, ci sono anni e anni di lavoro, di progettazione, mesi di impegno fisico e mentale, ci sono sogni, progetti e ambizioni di coloro che hanno preso parte al progetto. Insomma, dietro qualsiasi formai di lavoro insita all’intrattenimento, c’è sudore, fatica… e il lavoro di tantissime persone.
Ecco, volevo solo dire questo, perché settimana scorsa, cercavo notizie su un film che mi aveva incuriosita per diversi motivi e, quando ho iniziato a leggere le recensioni su Amazon, sono rimasta allibita.
Purtroppo sono un po’ come San Tommaso e devo metterci sempre il naso in queste cose e, avendolo trovato a un prezzo stracciato e essendoci nel cast un attore che amo particolarmente, alla fine l’ho acquistato lo stesso ed è un prodotto che fornisce quello che viene richiesto: intrattenimento, con una buona colonna sonora (chi non conosce i Daft Punk, si perde tanta roba), un cast con attori di alto livello che hanno garantito altrettanta qualità recitativa, e ambientazioni futuristiche all’avanguardia… cosa esattamente si aspettavano di più da quel film? Non lo so. Anche perché le loro critiche erano tutte sul “squallido”, “scontato”, “deludente”… “l’acquisto peggiore delle mia vita” e bla bla bla.
Solo una cosa ho trovato particolarmente inguardabile: il ringiovanimento del protagonista con la computer grafica, quello davvero, sembrava di guardare quei videogames ad alta definizione e la cosa, cozzava un po’ coi volti degli attori in carne e ossa, ma quando ho visto i vari speciali sul dvd (si, io sono una bestiolina rara che guarda anche i contenuti extra e li adora) e ho visto quanto impegno e anni di lavoro c’erano dietro questa pellicola, mi sono detta: wow, spettacolo!
Ritengo che la bellezza di un’opera, di qualsiasi natura essa sia, non è solo il prodotto finale in sé ma, soprattutto nel caso di film, è l’insieme di più elementi. E, dopo aver visto quello speciale, ne sono sempre più convinta.
Dire del lavoro altrui che è “merda” o “spazzatura”, è in qualche modo offensivo.
Riflettere prima di esprimere questo genere di opinione è un buon inizio verso la civiltà.
Peace. ❤

Shio


Vi ricordo che il mio primo romanzo è in vendita su Amazon al seguente link: https://amzn.to/34olMTt
Se siete alla ricerca di un romance un po’ fuori dal solito, L’Altra Me fa al caso vostro.
Lasciatevi coinvolgere dal rapporto conflittuale delle gemelle Bessons e dell’amore impossibile di quest’ultima con l’uomo dei suoi sogni incontrato nella splendida e caotica New York.

Segnalazione “librosa”.

E rieccomi per segnalarvi l’uscita di un romanzo dark fantasy scritto da una persona che per anni ha frequentato questo blog con lo pseudonimo de “La Corte”, vi ricordate il gruppo Arcadia? I nostri lavori sono ancora disponibili dal menù, ma non è di questo che voglio parlarvi, ma del lavoro che Alessia (questo è il suo vero nome), ha fatto in questi due anni per dar vita a questo romanzo che potrete trovare su Amazon:
HAVEL” di Alessia M. Lo Curto.


Titolo: Havel
Autore: Alessia M. Lo Curto.
Genere: Dark Fantasy.
Num. Pag.: 216
Costo ebook: € 2.99
Costo Cartaceo: € 12.90
GRATIS per gli iscritti a Kindle Unlimeted.
Per acquistare Havel o leggere l’estratto, cliccate sulla parola: “ACQUISTA“.

SINOSSI:
“Terra allora risvegliò l’antico male dimenticato da secoli. Spaccò la crosta, permettendogli di tornare alla luce. Le piante seccarono e incendi divampavano da una semplice scintilla, l’aria presto si riempì di fumo e cenere. I verdi prati divennero rossi e gli alti alberi divennero come pietra.”

Quando le divinità iniziarono a litigare fra di loro, a farne le spese furono gli umani. La pioggia divenne nera, contaminò paesi e inaridì i terreni. Il mondo di Cabbal ne rimase sconvolto, in balia dei sentimenti degli dèi decisi a sterminare i mortali scatenando epidemie e carestie, ma in quella distruzione si accese una piccola speranza.

Nella vecchia città portuale di Demo vive un ragazzo albino di nome Havel. Ogni giorno che passa, osserva da lontano gli abitanti sopravvivere a stento, chiusi tra il teribile mare e il bosco pietrificato. Dopo aver perso tutto e stanco di una vita vissuta al varco, Havel sceglie di attraversare la foresta per raggiungere Azilut, la città sacra dimora degli dèi. Forse, un modo per fare la differenza c’è.
Basta solo scegliere.

Un sincero in bocca al lupo a te, Alessia, che questo sia l’inizio di una serie di grandi titoli di successo. 🙂

E per oggi, miei cari amici, è tutto! (Forse, non so, potrei riapparire con qualche altro articolo quando meno ve l’aspettate! ihihih).

Big Kiss.

Shio ❤