BookTag ispirato a Piccole Donne

Ciao a tutti amici, oggi vi presento un tag nel quale sono stata nominata dalla brava MiMi del blog “Book Coffee Site” e che ringrazio sentitamente.

Allora, il tag consiste nel rispondere a una serie di domande “librose” create e abbinate ai personaggi di Piccole Donne, ma andiamo subito con le risposte:

Jo March: Scegli un libro che avresti voluto scrivere perché è bellissimo.

Eh beh, se volessi puntare al top, direi Harry Potter di J. K. Rowling , ma direi che anche Memorie di una Geisha di ‎Arthur Golden non sarebbe stato male 😉
Sono due storie molto diverse tra loro, ma unite da un unico ingrediente: l’emozione!

Jo March: Scegli un libro con una protagonista con un’eroina il cui viaggio è molto più d’ispirazione che delle sue storie d’amore. Continua a leggere

Pubblicità

Nuova recensione!!!

Ciao amici, oggi, la recensione è doppia, perché le persone che hanno letto e dato il loro parere sul mio romanzo, seppur appartenere allo stesso blog, sono state due.

Ringrazio con tutto il cuore le ragazze del blog: Tre Gatte tra i libri” e, se cliccate sul link quei sotto, potrete leggere cosa ne pensano del mio romance: “L’Altra Me” che vi ricordo potrete acquistate sia in formato ebook che in cartaceo solo ed esclusivamente su Amazon al seguente link: https://amzn.to/34olMTt .

Ma ora, la parola alle ragazze del blog, “Tre gatte tra i libri”, buona lettura ❤

https://www.tregattetrailibri.com/post/l-altra-me-di-anna-esse

 

shio ❤

 

PS: se siete abbonati a Kindle Unlimeted, il mio romanzo, potrete leggerlo a GRATIS ❤

Pensiero da scrittore:

LA QUALITA’ NON E’ INSITA NEL NUMERO, MA NELLA SOSTANZA.

[Shio]

 

(Scusate, ogni tanto tiro fuori queste piccole perle per auto convincermi che posso ancora fare di più e meglio di quanto già faccia ❤ ).

 

Conosciamoci un po’…

Ciao a tutti, grazie al tag di alcuni giorni fa, avete avuto una vaga idea di quelli che sono i miei gusti in fatto di cinema, ma per ogni cosa, esistono delle preferenze e così oggi ho deciso di parlarvi di un genere che non affronto quasi mai sul blog, i videogiochi.

Come potrete ben immaginare, il cuore di un appassionato è grande e c’è posto per tutti, anche per questo genere legato al mondo virtuale e non raggiungibile da tutti, ma tranquilli, non voglio annoiarvi con spiegoni e simili. Vorrei solo fare un piccolo elenco personale dove nominerò man mano personaggi e gioco di appartenenza, magari, in alcuni casi, raccontare qualche aneddoto a riguardo, insomma, niente che, un non appassionato, non possa capire. Perché ovviamente non sono così folle e ottimista da pensare che tutti amano o giocano ai videogiochi, no. Ma voglio dirvi perché io lo amo e chi/quali.

Giocare a un videogames è un po’ come leggere un libro o guardare un film, solo più faticoso, ma le emozioni che donano (a parte le incacchiature per non riuscire a superare un determinato livello), sono le stesse. Ovviamente se si gioca ai rpg (conosciuti anche come gdr) e simili.

Continua a leggere

Piccola storia triste…

Acquistata mascherina da chirurgo in farmacia perché, essendo un paziente a rischio e vivendo con un anziano, devo fare del mio meglio per tutelare, tutelarlo e tutelarmi.

Costo?

3 euro cad.

Fine della storia, rimane l’amara constatazione che gli sciacalli non perdono il vizio neanche davanti una pandemia mondiale.

Peace.

Shio