Ansia da iperattività

+1snoopy_typeNon mi ritengo una persona iperattiva, ma se si parla del mio cervello, ammetto di avere qualche dubbio a riguardo…
Come sapete, ho concluso e pubblicato “L’Altra Me” da poco più di quattro mesi e già, mentre ero in chiusura, mi era venuta in mente una nuova storia che dovetti accantonare per non rischiare di perdere la concentrazione. Una mia cara amica mi ha detto che è sempre meglio prima concludere una storia e poi dedicarsi a un’altra o si rischia di far male entrambe. A conclusione però, dopo essermi presa un mesetto per organizzare la promozione e cercare di capire come fare per pubblicare e pubblicizzarmi un po’ ovunque (con scarsi risultati direi), ho incominciato a mettere mano su “Il mietitore” (titolo provvisorio) che sarà il mio nuovo romanzo. “Tutto bene“, direte voi, anzi “wow che già stai lavorando ad altro“. E vi darei ragione se solo ieri non avessi avuto altre 2 idee di storie e ho voluto provare a buttare giù una sorta di trama di queste due col risultato che ora ho tre storie in corso e zero tempo da dedicare a ognuna di loro… sigh. T^T

Questo è quanto, così da ieri ho una sorta di ansia… un desiderio spasmodico di scrivere a random la qualunque peccato che non abbia tali qualità e il tutto si riduce a: “oddio devo andare avanti col mietitore!!” e poi, “aaaaaaaaaaah vorrei tanto poter scrivere anche l’altra storia…“, e, come sempre, arrivata a casa dal lavoro, crollo dal sonno dopo dieci/venti minuti netti per cui non riesco a fare un piffero…

Che brutto avere un cervello iperattivo imprigionato nel corpo di una pseudo quarantenne (anno più, anno meno) con le esigenze fisiche di un’ottantenne!! TOT

Voglio scrivereeeeeeeeeeeeeeee!!!

Fine sfogo.

Love & Peace

 

Shjio ❤

6 pensieri su “Ansia da iperattività

  1. 😀 Mi hai fatto sorridere, mia cara e dolce amica… Nelle tue parole mi sono rivisto almeno un po’, quando – random – mi vengono in mente frasi o situazioni di cose da scrivere. Poi tutto resta lì, natura morta nella mia testa. Il fatto è che ho quattro o cinque lavori nel cassetto del notebook, conclusi, ma forse non davvero; intendo dire che vorrei rivederli, ma il tempo, come dici tu, è tiranno… Magari ci riusciremo, un giorno… Ti abbraccio. ❤

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...