3…2…1…DANCE!!

No, non sono impazzita ma, certamente, l’avranno pensato in molti ieri, quando mi hanno vista ballonzolare in giro per i corridoi del reparto dove faccio le pulizie per mestiere. xD
Per me questo 2019 sta diventando una vera tortura: prima la morte di mia madre, le lotte continue al lavoro e ora l’improvviso malessere di mio padre che mi ha fatto temere il peggio. Diciamocelo chiaro: sto sclerando!
Il mio sistema nervoso è perennemente in equilibrio su un sottilissimo filo di lana e, negli ultimi tempi, sono stata vittima anche di violente crisi di pianto… si, non mi faccio mancare nulla, lo so… <.<
Ma questo non è un post pro “lagna”, ma un modo per far sapere che, anche nei momenti più neri… negli anni più duri… nella cacca più liquida e puzzolente, c’è sempre il modo di trovare un po’ di luce. Una briciola di sana follia che ti manda in blackout il cervello e ti fa fare cose anomale, ma che donano piacere all’anima.
Così ieri, al culmine di una lunga e terribile settimana lavorativa, ho acceso il mio federe mp3 (che questa settimana ha fatto faville) e ho incominciato il mio solito giro di pulizie, poi è apparsa lei…e ho perso il controllo del mio corpo!!! x°°D

Auguro a tutti coloro che stanno passando un periodo difficile, di trovare la loro “Walk this way” e di scoprire il piacere di dimenticarsi di tutto per pochi minuti. Il tempo, il posto, le persone… non c’era più nulla. Solo io, la musica e una randazza (per chi non lo sapesse, è un attrezzo per spolveratura con panni antistatici tipo il panno della Swiffer). Una specie di Mrs Doubfire coi panni antistatici al posto dell’aspirapolvere x°°D

Però, lasciatemelo dire. E’ stato tanto liberatorio!!! ❤

Buon fine settimana.

Shio.