Il profumo del mosto selvatico

“Io credo, che ci sia una persona perfetta per tutti, che ti ami, qualsiasi cosa accada. Il cuore vuole, ciò che il cuore desidera”.

Ho scoperto, anzi, riscoperto questo film di recente e quasi per caso. In uno di quei pomeriggi in cui stranamente ti ritrovi a guardar la tv senza un valido motivo, fai zapping e vedi che sta iniziando qualcosa “dei tuoi tempi” e decidi, per curiosità, di vedere di cosa si tratta. Di questo film di Alfonso Arau ricordavo solo il titolo e il fatto che il protagonista fosse Keanu Reeves per il resto…il nulla! Ebbene, era tanto che non guardavo più un film con tanto interesse, mi ha letteralmente conquistata per la sua semplicità e la magnifica interpretazione di Giancarlo Giannini.

Il mondo di shioren

Il film è del 1995 ahimè era davvero piccina e forse all’epoca non l’avevo capito fino infondo come adesso <.<
La storia narra di Paul Sutton, un giovane uomo che, tornato dalla guerra, si aspetta di poter riprendere in mano la sua vecchia vita e d’incominciare finalmente una vita di coppia con sua moglie Betty conosciuta e sposata solo pochi mesi prima di partire, ma il suo rientro a casa non è come se lo il mondo di shioren immaginava. Betty non si fa trovare alla stazione e non ha neanche letto le lettere che lui le spediva dal fronte ma, dopo un minimo di titubanza, i due si ritrovano e lui riprende la sua attività di venditore di cioccolatini.
Durante uno dei suoi viaggi come rappresentante, conosce Victoria figlia di un viticoltore che ritorna in campagna dopo aver frequentato l’università in città e aver avuto una relazione clandestina con un suo professore che l’ha lasciata nel momento in cui lei è rimasta incinta.
Dopo alcune disavventure, Paul decide di accompagnare Victoria a casa e fingersi suo marito per evitare che la giovane abbia problemi col padre, ma questo è solo l’inizio di una convivenza fatta di momenti gioiosi, “brilli” e drammatici.
Paul conoscerà il patriarca della famiglia (Anthony Quinn), il suocero (Giancarlo Giannini) e tutta la famiglia che vive in funzione di questo vigneto che per loro rappresenta tutto il loro sostegno e la loro vita.

ghirigori

Il cast è una vera perla: il mondo di shioren

-Keanu Reeves: Paul Sutton
-Aitana Sánchez-Gijón: Victoria Aragon
-Anthony Quinn: Don Pedro Aragon
-Giancarlo Giannini: Alberto Aragon
-Angélica Aragón: Maria José Aragon
-Freddy Rodriguez: Pedro Aragon Jr.
-Debra Messing: Betty Sutton

ghirigori

ghirigori

Il film è quel genere di film che o ami da subito o apprezzi quando sei appunto un po’ cresciuta perché diversamente non tutti amano guardare film che parlano d’amore con la A maiuscola, ma non solo amore per un’altra persona, sarebbe il mondo di shioren troppo banale, in questo film ci sono varie forme d’amore come ad esempio quello tra un uomo e una donna, quello tra una persona e le sue origini, quello per la famiglia e quello celato dietro a una menzogna. Questo film è questo è molto di più! Rivederlo a distanza di anni mi ha fatto bene, l’ho capito meglio e sono stata emozionata nel riconoscere attori che ora si sono affermati e altri che ora non ci sono più o semplicemente si sono ritirati. Forse sembrerò un po’ patriottica, ma vedere Giancarlo Giannini al fianco di attori internazionali mi ha commossa, anche perché ho sempre amato questo attore e sono fiera che sia un mio connazionale. Attori come lui, come Mastroianni, Manfredi e la lista potrebbe essere davvero ancora tanto lunga, sono loro le vere pietre miliari della storia del cinema, quello che il cinema italiano l’hanno visto nascere, crescere e soccombere sotto il peso di tutte queste fanfarate contemporanee che lasciano il tempo che trovano e che a mio avviso hanno solo reso gli italiani ancora più stupidi all’estero. Attualmente attori di grande talento e “spessore”, si possono contare sulle dita di una mano e questo è un vero peccato, ma torniamo al film. Che altro si può dire su questa piccola chicca? il mondo di shioren
Se vi capita, guardatelo perché è una storia semplice, perché fa sognare, perché fa ridere spontaneamente dal profondo del cuore e non perché ci sono battute idiote o altro… Sono quei film che fanno bene all’umore e che permettono ancora di illuderci che si può ancora credere in qualcosa di effimero come l’amore.

Parola di Shio ❤

4 pensieri su “Il profumo del mosto selvatico

  1. Non l’ho mai visto, sai? O forse a piccoli pezzi…
    Prima, quando ho letto che eri piccina, ti stavo scrivendo: “Beh, dai, avevamo 29 anni…”; poi mi sono fatto due conti corretti, ed in effetti eravamo appena maggiorenni… Wow, come passa il tempo!
    Ad ogni modo, grazie per il consiglio di vedere il film; appena mi capita lo farò di sicuro! 😉
    Ah, e a proposito dei grandi attori, non posso che confermare quanto affermi; in queste settimane sto guardando una fiction (ispirata credo ad un libro), e l’interpretazione di Giancarlo Giannini è proprio inimitabile! Lui e pochi altri ancora fanno parte di quella “vecchia guardia” che hanno reso il cinema degno di essere visto, mica questi attorucoli dell’ultima ora…
    Buon proseguimento di giornata, cara shio! ❤

    Piace a 1 persona

  2. È uno dei miei film preferiti, a parte il fatto che adoro Keanu Reeves, ma non è solo per questo… Il film racchiude moltissime sfaccettature che fanno riflettere, anche se tutto gira intorno a questo strano e particolare sentimento: l’Amore.
    Felice che tu abbia riscoperto, un’altra cosa che ci accomuna ❤
    Buona serata tesorino ^_^

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...