L’Angolo del disegno

Ciao a tutti amici, buon pomeriggio e bentornati al nostro appuntamento ballerino con l’arte xD
L’angolo del disegno, per chi ancora non lo sapesse, è una rubrica dopo il gruppo Arcadia formato da me, Belial e Fulla decidiamo a turno un tema e poi lo disegniamo in base ai nostri particolari stili artistici.

1 Tema = 3 Disegni

Il tema di oggi è semplice ed è stato scelto da Fulla che ha chiesto di disegnare un “Albero“.

il mondo di shioren

Andate a vedere gli alberelli che hanno piantato nei loro blog, Belial e Fulla, mi raccomando ^_^
Alla prossima ❤
Shio ❤

Annunci

30 Day writing Challenge #17

Buon mercoledì gente!! Come ve la passate? Questa è una settimana corta e non vedo l’ora che passi anche domani così poi… weekend lungooooooooo!!!

Day #17: Parla del tuo segno zodiacale e se ti calza o no.

ghirigori

Okey… dunque, io sono del segno del Leone e da quel poco che so (non m’interesso di oroscopi), è un segno di fuoco, predominante e chi nasce sotto questo segno è forte, orgoglioso, egocentrico, leader, competitivo, sensibile alle lodi e dotato di una gran sensibilità… ora, togliendo la sensibilità, direi che con me ha poco a che fare!
Dicono che dipenda dall’ascendente, ma io non so qual’è il mio perché essendo nata con un taglio cesario, mia madre non può ricordarselo che dormiva e mio padre non ricorda neanche cosa ha mangiato per colazione, quindi non ho modo di saperlo…
Ho provato a documentarmi, ma saltando da un sito all’altro alcune caratteristiche cambiano e non si capisce in realtà come siano i nati sotto questo segno <.<
Sono passata da “cacciatrice sessuale” a “propensa alla drammaticità“, da “dignitosa” a “vanitosa e prepotente” insomma ce n’è per tutti i gusti, ma di sicuro non penso che io e il leone su carta, abbiamo molto in comune.

ghirigori

Eden: capitolo 7 (seconda parte)

Indice

Il cinguettìo degli uccelli fuori dalla finestra socchiusa raggiunse le orecchie della giovane. Lily aprì lentamente gli occhi sbattendo più volte le palpebre. Si mise seduta sul letto, mentre con lo sguardo cercava qualcosa di famigliare nella stanza, qualsiasi cosa affinché le fosse possibile identificare il luogo in cui si trovava. Ormai la consapevolezza di trovarsi in un posto a lei sconosciuto, era una certezza che faceva male eppure da qualche parte nel suo cuore ancora sperava che un giorno si sarebbe svegliata nel suo letto scoprendo che si era trattato solo di un brutto incubo.
Continua a leggere

30 Day writing Challenge #16

E siamo di nuovo a martedì ragazzi! Tutto bene?
Il tema di oggi sarà… (rullo di tamburi):

Day #16: Qualcosa che ti manca

Un abbraccio… sono una persona molto affettuosa e spesso ho bisogno di essere abbracciata, ma non succede praticamente mai, perché mia madre non è tipa da abbracci e, di fatti, sono sempre io che abbraccio lei, ma mai viceversa ç____ç
AAA.Abbracci.Cercasi T^T  sigh.

Amore o Odio?

Io non capisco
e più ci penso
più non mi do pace…
Si può davvero perdonare?
Si può davvero andare avanti nella vita come se nulla fosse successo?
Esistono davvero persone così pure o sciocche da essere tali?
Perdonare è un dono che non è per tutti, lo so.

Odiare è male.
Amare è bene.
Ma Odio e Amore non sono forse le due facciate della stessa moneta?

Si ama odiando…
Si soffre amando…
ma entrambi sono così intensi…

Alla fine rimane un’unica certezza:
siamo vivi perché amiamo,
siamo vivi perché odiamo,
siamo vivi perché perdoniamo.

Io ho fiducia in te amore mio.

Ho fiducia che tu farai la cosa giusta.
E, se dovessi di nuovo cadere, io sarò li a tenderti la mano ancora una volta.
Amando la splendida persona che sei…
Odiando il tuo sciocco ottimismo…
Lottando i tuoi spettri persecutori…
Affinché potremo godere di una nuova alba e di un nuovo giorno.

Insieme.

[original Shio]

30 Day writing Challenge #15

Siamo a metà, evviva!!! *^*/

Questa cosa è una vera violenza psicologica, mi chiedo chi l’abbia inventata <.<
Ma andiamo al prossimo argomento della giornata, vediamo vediamo….

Day #15: Descrivi una tua giornata punto per punto

ghirigori

Oh cielo! Beh se non ho commissioni o ospedali da visitare…
Mi sveglio circa alle 09:15/09:30, faccio colazione dopo essermi lavata la faccia, mi lavo i denti, mi lavo tutta ed esco per la spesa (se è da fare), torno a casa, aiuto a preparare il pranzo, mangio, penichella pomeridiana e nel primo pomeriggio esco per recarmi al lavoro dove rimango fino a sera inoltrata. Torno a casa tardissimo, ceno, sto un po’ al pc e poi nanna.
Questa è una giornata tipica senza stress e tutta relax, ovviamente ho eliminato delle cose per me superflue, ma a grandi linee è così 🙂

ghirigori

Piccola vacanza…

Ciao a tutti amici, scusatemi se ho risposto in ritardissimo ai vostri commenti sul blog, ma ero fuori città questo weekend per passare del tempo con una persona adorabile, dolcissima e di un’ospitalità straordinaria, ma la cosa che più vi sorprenderà è che anche voi conoscete questa persona, perché si tratta della bravissima e talentuosa Laura Rocca del blog Racconti del passato.
E queste sono le pochissime foto che ho fatto all’unica cosa che, abitando a Torino, non posso vedere mai: il mare! ❤