Eden: capitolo 6 (parte prima)

Indice

“Che notizia mi porti, Ruh?” tuonò la voce all’interno del cristallo. L’uomo dei sogni esitò, con che coraggio avrebbe comunicato il suo fallimento? Sapeva che il suo padrone non l’avrebbe presa bene e temeva ripercussioni, ma occultare la verità non sarebbe servito a nulla poiché egli sapeva sempre tutto.

“Mio signore” iniziò a capo chino.
“Te sei fatto sfuggire l’umano, vero Ruh?” tuonò nuovamente facendo fare un passo indietro all’uomo, “ti sei lasciato sconfiggere da un insulto umano e la sua banda di protettori, è così?” brillò il cristallo di una luce rossa accecante.
“Mi perdoni!” si precipitò lui sprofondando in un inchino, “avevo quasi ucciso il ragazzo quando è apparso un drago dal nulla” cercò di giustificarsi.
“Un drago?” il tono della creatura nel cristallo si pacò all’istante e Ruh ne approfittò per continuare: “Si, non mi aveva parlato di un drago. Sono stato colto impreparato e…”.
“Basta così!” lo zittì. “E così il mutaforma ha anticipato la sua mossa questa volta” mugugnò il cristallo, “questo significa che non hanno più voglia di giocare e che questa potrebbe essere l’occasione giusta, bene”.
Ruh rimase in silenzio, si chiedeva cosa volessero dire la parola del suo padrone, ma era troppo terrorizzato al pensiero di chiederglielo, così aspettò che finisse le sue riflessioni per poi riprendere la parola: “Mio signore gli chiedo di darmi un’altra possibilità” disse infine.
“Dove sono Vermell e Swarth?” chiese la creatura al di la del cristallo.
“Si sono messi sulle tracce della ragazza”.
“Molto bene, se tutto va come previsto, la raggiungeranno nella giornata di domani. Tu diriggiti a Gordenga la città delle ombre, dovresti riuscire a intercettare l’umano” ordinò.
“Come può essere così sicuro che sia li?” si lasciò sfuggire per poi mordersi le labbra per l’azione commessa. L’essere dall’altra parte del  cristallo non rispose subito e Ruh temeva che presto sarebbe stato punito per la sua sfrontatezza.
“Perché è stato già tutto deciso” rispose infine, “e se non vuoi morire ti conviene fare in modo che sia l’umano a morire” pronunciate quest’ultime parole il cristallo smise di fluttuare ritornando ad essere una comune pietra.
L’uomo dei sogni si sentì sollevato, per quella colta aveva scampato la punizione, ma non poteva permettersi altri errori. Doveva rintracciare il giovane umano a tutti i costi o presto la sua testa sarebbe rotolata al terreno esattamente come quella pietra ormai prima di vita.
Precedente edensuccessivo Eden

Annunci

2 pensieri su “Eden: capitolo 6 (parte prima)

  1. Pingback: Eden: capitolo 5 (quarta parte) | il mondo di shioren

  2. Pingback: Eden: capitolo 6 (seconda parte) | il mondo di shioren

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...