Una pulce d’acqua in un mare di delfini!

il mondo di shioren

In questo periodo mi  capita spesso di sentirmi smarrita, sola…

Mi guardo intorno nei vari gruppi di blogger o scrittura che seguo su facebook e mi rendo conto di essere l’unica a trattare argomenti come i miei, l’unica che nel suo piccolo prova a disegnare manga, che parli di anime, manga, mangaka… l’unica piccola, triste pulce in un un branco di splendidi delfini acculturati che scrivono da Dio, che leggono libri come se sgranocchiassero un pacchetto di patatine ed hanno sempre qualcosa d’interessante da dire. Una cosa triste di questi gruppi è che per quanto si possa essere in tanti, ognuno sembra per i fatti propri, le cerchie di amicizie nascono e si sostengono l’un l’altra, ma ci sono sempre elementi isolati (per scelta personale) e/o che non partecipano alle attività proposte. Se non fosse che so per certo che i post che riguardano i miei articoli sono ignorati esattamente come quelli di chi scrive una tesi su Shakespeare, penserei che sia un mio problema di intrattenimento, ma so (e spero) non è così. Però il senso di estranietà in me resta… a volte mi chiedo: “Che ci faccio qui?”. In un gruppo dove sono tutti bravissimi, dove scrivono, leggono, parlano di quello che hanno letto, dove si parla di libri di cui io personalmente ignoravo l’esistenza…tutto questo non fa che aumentare il mio senso d’inferiorità. Vedere in mio post in un mare di post su racconti ed altro è quasi un pugno in un occhio…fa strano!
Io ormai l’ho capito di avere un tratto particolare che nonostante la sua semplicità non piace a tutti, so di non valere molto come scrittrice ed illustratrice, ma ci provo, mi lancio, mi faccio male certo, ma mi rialzo e ci riprovo eppure…continuo a sentirmi una pulce….
La paura mi frena.
La timidezza di stronca.
Il poco tempo mi strazia….
Non seguo, ma spero sempre di essere seguita…sono egoista? Si forse…Io dico di non aver tempo ma poi spero che ce l’abbiano gli altri, ma quanto sono meschina? Eppure è così…ci spero…spero in un commento (positivo o negativo che sia), spero in un saluto, ma tutto tace. Tutto tace sempre, soprattutto quando pubblico delle mie storie manga…
Per carità, mi ritengo fortunata, perché qualche sostenitrice ce l’ho privata e non, ma è sbagliato sperare in qualcosa di più? E’ così brutto?
Io che sono il nulla, io che passo in punta di piedi per paura di dar fastidio… io che con i colori dei miei post innondo i gruppi con la mia noia… io vorrei di più…vorrei il sogno. Quel sogno che per anni ho tenuto nel cassetto per paura di essere giudicata ed ho visto persone dal talento discutibile avere più riscontri di me…io che sono stata attaccata e derisa per questo mio sogno, che ho passato la mia adolescenza a nascondermi perché negli anni 80/90 leggere o disegnare manga voleva dire essere ritardati o con qualche problema… io che mi sono vista strappare i disegni in faccia da mia madre perché per lei era una perdita di tempo…io voglio il sogno…il mio sogno; ma sono solo una piccola pulce in un mare di splendidi delfini…solo questo.

Shio ❤

Annunci

15 pensieri su “Una pulce d’acqua in un mare di delfini!

  1. Sei una brava persona Shio, conta questo…no?
    Anch’io (quando tratto i miei soliti argomenti) spero sempre che qualcuno voglia intrattenere un confronto ma capisco che non è roba semplice…dunque mi accontento di poco sul blog (nel reale è diverso, almeno per me).
    Io ti leggo sempre con piacere, commento poco perchè ho sempre poco tempo. Hai un bel blog, te l’ho detto più volte e sai che sono sincero!
    Mi hai fatto un disegno speciale e di certo, non si scorda il gesto. 😉

    Ciao cara!

    C.C.

    Liked by 1 persona

  2. Prendila così; sei un po’ come me, cerchi di stare lontano dal pensiero unico (oggi viviamo nel bel mezzo del pensiero unico e non solo per la politica). A volte essere le “pecore nere”, gratifica! Credimi.
    Ritieniti fortunata se tratti questi argomenti in mezzo a persone che non li trattano; puoi raccontare e consigliare. A volte faccio così…sui miei classici argomenti (raccontare la Storia, non ha prezzo). 🙂

    Ciao again!

    C.C.

    Liked by 1 persona

  3. Non sempre il “successo” corrisponde a qualità di ciò che si offre. Anzi, in una società che tende a massificare e livellare verso il basso qualsiasi cosa, forse non avere molti supporter equivale ad avere buone qualità espressive.
    Non seguo, da decenni, il mondo delle strisce, fumetti, manga, anime … ma il tuo blog mi piace, e mi piacciono i tuoi lavori, i pochi che ho letto (il tempo è poco), e ti faccio i miei auguri: continua senza abbatterti.
    Buon fine settimana.

    Liked by 2 people

  4. ” ma sono solo una piccola pulce in un mare di splendidi delfini…solo questo.”

    E allora? Chi dice che dobbiamo essere tutti “delfini”? 🙂 Ogni essere e importante, per sua specie, per gli altri, è un insieme, un equilibrio. Cosi (finendo con le metafore) ognuno di noi è Unico. Forse tutti abbiamo a volte paura, tutti a volte ci sentiamo estranei soli, tutti abbiamo bisogno di essere apprezzati, ma l’importante è seguire il Sogno.

    Liked by 1 persona

    • Hai ragione, mai abbandonare il sogno anche quando esso è difficile o irrealizzabile… E’ che tutta questa sapienza intorno a me, mi fa sentire stupida…o forse sono io ad esserne convinta, chissà.
      Grazie per le tue parole 🙂

      Mi piace

  5. “E’ che tutta questa sapienza intorno a me, mi fa sentire stupida…”

    No, non dovrebbe, e ti dico anche i perché (si, sono due). 1. Ognuno è migliore in un settore, in un campo, e questo non significa che ci si deve sentire inferiori. Per farmi capire meglio, ti do un esempio: potrei dire che io mi sento inferiore perche non so/ posso disegnare come te. In realtà pero non mi sento inferiore, ma ammetto con sincerità che sei migliore in questo, tenendo presente che io sono migliore in altro (ancora non so in cosa :)) ) 2. Quella “sapienza” di cui parli, è il risultato (in più delle volte) a delle sconfitte, a dei momenti come questi, in cui ci si sente un po giù o fuori posto. E se uno si permette di dire qualcosa, non è per farti sentire “stupida” o per sembrare lui “sapientone”, ma è per farti capire che tutti abbiamo avuto o abbiamo momenti cosi. “Chi lotta ha la camicia rotta” 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...