Jammin’ Apollon

Ciao a tutti, è da tanto che non recensisco più un manga, ma faccio sempre tante cose e poi non ne porto a termine una!! ahahahahah  xD (lo so, non c’è nulla da ridere, ma abbiate pietà di me ç____ç).
Il manga di cui vi voglio parlare oggi è un manga che mi ha trasmesso davvero tantissimo, adoro i suoi disegni semplici, adoro la musica di cui parla, adoro i suoi personaggi, le ambientazioni… tutto! Avrei voluto parlarvene già da tempo, ma poi ho avuto altre priorità ^^
Il titolo del manga che mi ha stregata è “Jammin’Apollon” di Yūki Kodama.

il mondo di shioren

 

TRAMA

Kyushu 1966. Kaoru Nishimi, uno studente modello e dal carattere riservato,  si è trasferito dai parenti del padre a causa del lavoro di quest’ultimo. L’unico legamil mondo di shiorene che ha col padre sempre assente a causa degli impegni lavorativi è un pianoforte che lui gli aveva regalato quand’era ancora piccolo. Così Kaoru, che soffre di una strana forma nervosa per la quale se sta troppo in mezzo alla confusione gli viene la nausea, evita il contatto con le persone e si rinchiude nel suo mondo fatto di musica. Un giorno a scuola, mentre è vittima di uno dei suoi soliti attacchi, corre in terrazza a prendere una boccata d’aria e li s’incontra con Sentaro un teppistello temuto da tutti a scuola per la sua indole violenta. Da questo incontro, nascerà una profonda amicizia tra i due giovani, meritil mondo di shioreno anche della rappresentante di classe Ritsuko che è non solo compagna di classe di entrambi, ma anche amica d’infanzia di Sentaro e questo fa di lei l’unica persona che riesce ad avvicinarlo e ad ammonirlo senza mostrare il minimo timore.
Finite le lezioni, Kaoru va nel negozio di dischi del padre di Ritsuko e li scopre il lato artistico di Sentaro che si dimostra un bravissimo batterista esibendosi davanti all’amico in un pezzo di Jazz insieme ad un vicino dai modi di fare affascinanti di nome Junichi.
Attraverso Sentaro, Kaoru conosce la bellezza e la forza del Jazz oltre alla passione che esso riversa nel ragazzo che pian piano muta il suo carattere diventando una persona meno schiva e più tendente alla vita.

 

PERSONAGGI:

 

-Kaoru Nishimi: Si trasferisce da Yokosuga a Khyushu nell’estate del primo anno di liceo.
Questi suoi continui trasferimenti a causa del lavoro del padre lo portano ad avere un carattere chiuso e ad avere problemi a relazionarsi con gli altri, almeno fino al suo incontro con Sentaro che lo porterà nel mondo del Jazz. Grazie a questo incontro, Kaoru inizia a maturare ed a beneficiare della gioia di far musica con gli amici e le persone che ama.
-Sentarō Kawabuchi: è da tutti considerato un bullo ed un violento e per questo a scuola lo temono tutti, ma in realtà è una persona molto dolce e sensibile. Incontra Kaoru per caso mentre sta schiacciando un pisolino sulla terrazza della scuola e lo scambia per un angelo. Da quell’insolito incontro nascerà una splendida amicizia a suon di Jazz.

 

-Ritsuko Mukae: è un’amica d’infanzia di Sentaro ed è la capoclasse. Gentile e simpatica, dopo la scuola aiuta il padre nel suo negozio di dischi il cui semiterrato funge da sala prove dove Sentaro passa le sue giornate a suonare con amici o ad allenarsi con le percussioni
-Yurika Fukahori: anche lei frequenta il liceo di Kaoru, Sentaro e Ritsuko. Di buona famiglia, Yurika è destinata a rispettare l’etichette che la sua posizione altolocata le impone, ma lei non è dello stesso avviso. Ha un carattere molto forte e nella storia non si farà problemi a dimostrarlo con scelte drastiche e coraggiose.

 

-Junichi Katsuragi: Junichi è uno studente universitario e vive a Tokyo, ma di tanto in tanto ritorna nella sua città Natale a Kyushu per ritrovarsi coi suoi amici d’infanzia Sentaro e Ritsuko e per suonare insieme anche al padre di Ritsuko nello scantinato del negozio della famiglia di quest’ultima. Junichi è praticamente l’idolo indiscusso di Sentaro che lo considera come un fratello maggiore.

 

testo

 

CONSIDERAZIONI PERSONALI:

Come ho precedentemente detto su, adoro questo manga! Ho visto anche l’anime che purtroppo è inedito in Italia, ma che si può trovare in giro in streaming sottotitolato in italiano, inglese ecc ecc… A mio avviso bisognerebbe seguire entrambi solo per ascoltare la splendida colonna sonora senza contare l’animazione di ottima qualità, ma anche solo il manga va benissimo, visto che non solo è identico all’anime (antestozi è il contrario visto che è nato prima il manga XD) ma ha anche un’aggiunta in più nel finale.
Il tratto della Kodama (presumo sia una donna <.<) è molto semplice ma trovo che sia adattissimo  alla storia che racconta, le atmosfere, le ambientazioni sono molto ben studiate e poi la semplicità che si respira tra le pagine, la freschezza della gioventù che vivono i protagonisti abbinata a questi anni dove nell’aria si percepiva la voglia di rinnovamento, ricordiamoci che il 1968 (due anni dopo l’ambientazione del manga) fu un anno di scontri e rivolte in tutto il mondo e che i primi focolai di rivolta avvennero anche prima di questa data.
Il manga in Italia è arrivato attraverso la Planet manga che l’ha pubblicato tutto in 9 volumetti, l’anime che s’intitola: “Sakamichi no Apollon” invece conta solo 12 episodi ed è uscito nel 2012. il mondo di shioren

Jammin’Apollon è quel genere di storia in cui i personaggi ti restano dentro, in cui riesci a sognare attraverso le loro azioni ed i loro sentimenti. E’ quel genere di manga che meritava molto di più e che ti fa pensare come mai manga con meno qualità sono famosissimi nel mondo e lui no. Qui in Italia è quasi un manga di nicchia, ma sono sicura che se lo leggerete non potrete non amarlo.

 

 

Parola di Shio ❤

 

4 pensieri su “Jammin’ Apollon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...