Piccolo sfogo…

Ciao a tutti, come sapete spesso scrivo i miei sfoghi su questo blog, ma non perché in cerca di polemiche o per puntare il dito accusatore su qualcuno, ma solo per sfogare la mia rabbia, amarezza, tristezza, frustrazione su un argomento piuttosto che un altro.

Queste premessa è d’obbligo visto che stasera vado a toccare il lato satiro del fumetto italiano. Eh si, perché sinceramente un pò mi sta davvero rendendo triste e perplessa. Sorpassiamo sull’autoironia della grezza non più teenager dalla chioma rossa o sulla satira scurrile di un improbabile profeta di pace… (non voglio far nomi, anche perché non intendo far pubblicità negativa o positiva che sia a nessuno), ma… un fumetto dove i protagonisti sono dei genitali…No! Non li accetto!
Premetto che quello che scrivo è esclusivamente in base al mio gusto personale, ma sinceramente ogni volta che m’imbatto in una vignetta di quest’opera provo ribrezzo. Capisco che la satira a livello sessuale attira e faccia ridere tanti (a me no, ma sono strana… forse), ma ritengo che comunque a tutto ci deve essere un limite ed in questo caso è stato decisamente sorpassato. I disegni, seppur fatti con tratto caricaturale, sono abbastanza dettagliati e… che dire? Forse è colpa mia che vado all’antica, sarà che difficilmente le strisce umoristiche mi fanno ridere, sarà che fondamentalmente sono una persona triste (si, me lo dico da sola, così evito persone che mi accusano  u.u), ma davvero… questo genere di satira proprio non la digerisco e la trovo di pessimo gusto, senza contare che cmq su facebook le vignette girano come nulla e possono essere vista da tutti, minori compresi.

Bon, dovevo dirlo a qualcuno e l’ho fatto ^_^

Alla prossima ❤

Shio ❤

Ps: se siete d’accordo, ma anche se non lo siete, commentate pure. Sarebbe un bel modo di comunicare purché i commenti siano rispettosi ed educati.