PROIETTILI DI ZUCCHERO

Questa miniserie, che in molti conoscono col titolo di “A lollipop or a buller” è una miniserie da 2 volumetti davvero molto interessanti e che toccano diverse tragiche realtà che magari rimangono nascoste chiuse nelle quattro mura della casa di una famiglia all’apparenza tranquilla.
Ma parliamone più nel dettaglio di questa piccola, ma grande opera che s’intitola:
 “Proiettili di zucchero”
di Iqura Sugimoto su disegni di Kazuki Sakuraba.
*****

Nagisa, una studentessa di appena 14 anni, passa la sua esistenza imprigionata in una noiosa quotidianità: suo padre è mancato che lei era piccola, sua madre non è mai in casa per colpa del lavoro ed il suo unico fratello, per cui provava un’ammirazione smisurata è diventato un hikikomori (=persone che si rifiutano di avere contatti col mondo esterno e passano la loro esistenza rinchiusi in casa o, peggio ancora nella loro stanza).
Un giorno a scuola, Nagisa, fa amicizia con Umino una ragazza allegra che dice di essere una sirena, ma in realtà l’allegria di Umino è solo una facciata…
Non posso e non voglio dirvi altro o vi rovinerò la storia… ^^
*****
-Nagisa Yamada: una ragazzina di 14 anni che vive la sua vita in una piccola cittadina rurale, insieme alla madre ed al fratello hikikomori. Avendo perso il padre da piccola ed avendo in casa un fratello nullafacente, tutte le faccende domestiche sono sulle sue spalle in quanto la madre è spesso fuori casa per lavoro.
-Umino Mozuku: ha anche lei 14 anni e si è appena trasferita nella scuola di Nagisa. Figlia di un ex idol (=cantante) Umino è molto ricca, ma nonostante la sua stabilità economica, la ragazza sembra soffrire di altri problemi.
*****
~Titolo: Proiettili di zucchero~
~Storia: Iguru Sugimoto~
~Disegni: Kazuki Sakuraba~
~Editore giapponese: Kadokawa shoten~
~Editore italiano: Panini comics~
~Numero di tankobon: 2 conclusa~
*****
Come già detto nella prefazione, Proiettili di zucchero è uno di quei manga che tratta argomenti molto importanti: disagio, isolamento volontario, amicizia, amore e odio… tanti piccoli tasselli che s’incastrano alla perfezione creando una realtà così opprimente per certi versi da percepirla anche fisicamente. La storia è molto matura, non la classica commedia scolastica per intenderci, i disegni poi sono molto belli a mio avviso e, non solo si adattano perfettamente a questa storia, ma ricordano vagamente quelli del manga di Evangelion. Consiglio questo manga a chi piace il genere drammatico, ha chi ama le storie di un certo spessore ed a tutti quelli che amano il vero manga in tutte le sue sfaccettature.
Sono solo 2 volumetti, ma credetemi, vi resteranno nel cuore.

4 pensieri su “PROIETTILI DI ZUCCHERO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...