BLACK BUTLER / KUROSHITSUJI

Ciao a tutti e benvenuti ad una nuova recensione.

Stavolta non voglio parlarvi di un nuovo titolo, bensì di un titolo che ormai è in commercio da anni e che ha già riscosso un discreto successo in tutto il mondo, sto parlando di “Black Butler” alias “Kuroshitsuji” di Yana Toboso.

***

Ciel Phantomhive è l’ultimo superstite della sua casata nobiliare che eredita quando ha solo 12 anni. Insieme al titolo, il giovane conte Phantomhive eredita anche l’appellativo di “cane da guardia delle regina” che consiste nel compiere indagini che hanno a che fare con l’occulto ed il sovrannaturale e nel svolgere il lavoro sporco per conto della corona d’Inghilterra. Al fianco del giovane conte troviamo il fedele Sebastian, maggiordomo dai grandi talenti, che in realtà è un demone che ha stretto un patto con Ciel che consiste nell’aiutare il conte a trovare gli assassini dei suoi genitori e vendicarli in cambio della sua anima.

***

  • *CIEL PHANTOMHIVE: giovane conte della casata dei Phantomhive che eredita dopo l’assassinio dei suoi genitori. Pur di ottenere la sua vendetta stringe un patto con il demone Sebastian Michealis.
  • SEBASTIAN MICHEALIS: demone dai svariati talenti, per non dare nell’occhio impersona la parte del maggiordomo privato di casa Phantomhive, compito che gli riesce benissimo e nel quale sembra molto dotato. Ha accettato di stringere il patto con Ciel perché incuriosito dalla determinazione del ragazzino ed è convinto che l’anima del giovane una volta corrosa della vendetta sia squisita.
 
  • ELIZABETH MIDDLEFORD: è una ragazza molto allegra e solare. E’ la promessa sposa di Ciel ed ha il vizio di voler rendere tutto ciò che la circonda più “carino” secondo i suoi canoni. 
 
  • MEY RIN, BALDROY E FINNIAN: sono i servitori di casa Phantomhive, rispettivamente cameriera, cuoco e giardiniere anche se sono più i danni che fanno che altro, ma in caso di bisogno sanno come rendesi utili.
 
  • TANAKA: altro maggiordono di casa Phantomhive, passa le sue giornate a bene te giapponese.
 
  • GRELL SUTCLIFF: è uno shinigami che ha il compito di ritirare le anime delle persone destinate a morte certa. Ha una passione ambigua nei confronti di Sebastian.
 
  • UNDERTAKER: come suggerisce il nome, è il becchino della storia. La vita è così monotona che ogni volta che deve fare da informatore a Ciel, pretende di essere pagato in risate.
***

~Titolo: Kuroshitsuji/Black Butler~

~Autore: Yana Toboso~

~Editore: Square Enix~

~Monthly GFantasy~

~1° edizione giapponese: settembre 2006~

~1° edizione italiana: aprile 2011 -ed.Planet manga~

~Numero di tankobon usciti: 20 di 21 in corso~

***

La scelta di parlare di questo manga che ha al suo conto 3 serie anime, live action, spettacoli teatrali e tanto altro ancora non è poi tanto casuale. All’inizio pensavo che, essendo così famoso, una recensione sarebbe stata inutile, ma poi mi sono detta che non è detto che chi si avvicina per la prima volta all’universo dei manga conosca già tutto e magari avere qualche dritta in più può essere una buona cosa.

Personalmente quando nel 2011 acquistai il primo volumetto della serie, mi aveva piacevolmente sorpresa ma, alla domanda, “di cosa parla?” non sapevo rispondere. Difatti all’inizio della storia non è ben chiaro a mio avviso dove l’autrice voglia andare a parare, ma pian piano di fa entrare nel vivo della storia attraverso dei capitoli che sono vere e proprie saghe composte da diversi tankobon. Una particolarità di questo manga è che attraverso i protagonisti rivivi avvenimenti della storia, ad esempio una delle prime indagini che Ciel e Sebastian sono chiamati a compiere è su una serie di omicidi di donne brutalmente mutilate nel quartiere di Whitechapel in una  Londra di fine 800, vi ricorda nulla? Vi do un’aiutino: Jack lo squartatore vi ricorda nulla? Proprio così, una delle prime indagini riguarda proprio lui, ma poi si passa ad altre saghe, come quella che ricorda il Titanic o quella nel college britannico che ricorda un pò Harry Potter, insomma, ce n’è per tutti i gusti. 

Il consiglio che posso darvi è quello di non fermarvi ai primi volumetti, la storia diventa molto avvincente e coinvolgente, brividi, azione, sangue, morte, risate, vita… in questa serie c’è davvero di tutto, ma lascio a voi il giudizio  finale.
Leggete e poi ditemi la vostra, mi raccomando 😉 

 

 

2 pensieri su “BLACK BUTLER / KUROSHITSUJI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...